FANDOM


Icona-consultabile Questo è un articolo consultabile della Javapedia.
TOR logo Questo articolo fa parte del Progetto The Old Republic.

Creando le pagine del progetto aiuterai a migliorare Javapedia.

Eras-legends30px-Era-vre

Ziost Shadow
Ziost Shadow
Info produzione
Modello

Corazzata classe Harrower

Classe

Corazzata

Specifiche tecniche
Armamento

Turbolaser

Veicoli
Uso
Ruolo/i
  • Trasporto armato
  • Supporto logistico
Era/e

Era della Vecchia Repubblica

Vista per la prima volta

3643 BBY

Vista per l'ultima volta

3640 BBY

Presente in battaglie/eventi
Affiliazione

La Ziost Shadow era una Corazzata classe Harrower che servì l'Impero Sith durante la Guerra Fredda, fungendo da punto di partenza per numerose operazioni, come gli attacchi al Palazzo di Karagga, a Denova e al Covo dell'Eternità e le battaglie di Asation e di Darvannis. Fu chiamata così per il pianeta Ziost, importante centro imperiale.

Storia

Durante la Guerra Fredda si trovava nei pressi dell'Approdo Spaziale Vaiken. Dai suoi hangar partirono numerose operazioni volte a colpire obiettivi pericolosi per l'Impero come anche per la Repubblica. Le prime missioni furono contro Karagga, il Grande Mogul del Cartello Hutt, e contro i Rakata di Soa su Belsavis. Una terza fu su Denova, pianeta minerario un tempo imperiale e poi preso da Kephess, un mercenario Trandoshano agli ordini dei Maestri del Terrore.

Altre due operazioni furono intraprese nel 3640 BBY, questa volta contro le potenti e pericolose canaglie di Darvannis, un polveroso mondo dell'Orlo Esterno, e contro l'Enclave Gree e il Terrore dal Profondo, evocati dai Maestri del Terrore sul pianeta Asation.

Dietro le quinte

La Ziost Shadow compare nel videogioco MMORPG Star Wars: The Old Republic, in cui funge da area iniziale per flashpoint e operazioni per i giocatori imperiali.

Comparse

Altre lingue

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.