FANDOM


Icona-consultabile Questo è un articolo consultabile della Javapedia.

Eras-legends30px-Era-rib

Zaletta
Info biografiche
Morto/a

4 ABY, Endor

Descrizione fisica
Specie

Umano

Sesso

Maschio

Info cronologiche e politiche
Era/e

Era della Ribellione

Affiliazione/i

Zaletta era un umano maschio che servì come alto comandante nella Marina Imperiale fino alla sua diserzione per l'Alleanza Ribelle, riottenendo il suo grado durante la Guerra Civile Galattica.

Biografia

Zaletta iniziò a nutrire dei dubbi nei confronti dell'Impero Galattico e delle simpatie verso l'Alleanza poco dopo la Battaglia di Hoth. Tuttavia sapeva bene che il solo presentarsi sarebbe stato molto difficoltoso, quindi in primo luogo era necessario conquistarsi la fiducia dei suoi futuri colleghi. Il suo primo comunicato con le forze dell'Alleanza (utilizzando un vecchio codice alleato ormai obsoleto) fu ricevuto dall'Incrociatore MC80 Liberty e trasmesso tramite il Relè delle Comunicazioni imperiale Centro Comm. La trasmissione di Zaletta fu breve e anonima, durando abbastanza a lungo da dare ai ribelli un insieme di coordinate e scarsi dettagli su un convoglio imperiale, che Zaletta affermò sarebbe stato "di grande interesse per l'Alleanza".

In effetti si scoprì che il convoglio, composto da Mezzi da sbarco classe Sentinel, conteneneva degli schiavi bothan che stavano venendo trasportati verso una colonia penale imperiale. Un gruppo di Y-Wing ribelli disabilitò le navi contenenti gli schiavi, che furono così imbarcati da un gruppo di Trasporti d'Assalto ATR-6 classe Gamma del Gruppo Tango. Non solo l'Alleanza salvò degli alleati chiave della ribellione, un atto che avrebbe rafforzato il legame tra la fiera razza e il gruppo rivoluzionario, ma avrebbe dimostrato che le informazioni dell'"informatore anonimo" erano corrette.

Relè Comunicazioni

Il Relè delle Comunicazioni Centro Comm con il quale Zaletta aiutò l'Alleanza Ribelle prima della sua diserzione.

Zaletta, rimanendo cauto, inviò un'altra trasmissione segreta, volendo ancora una volta dimostrare la sua integrità. Questa volta diede delle informazioni all'Alleanza sul centro di ricerca imperiale segreto nelle profondità nel Sistema Kuat. La stazione era di proprietà e gestita dalla Kuat Drive Yards e sembrava essere un banco di prova per un nuovo sistema di reattore sperimentale. Approfittando della mancanza di difese pesanti a guardia della struttura, fu lanciato uno stormo di X-Wing dalla Liberty per indagare. Tra le loro fila volava anche il pilota Ace Azzameen, che, quando l'impianto venne ispezionato, gli viene dato l'ordine di distruggere la struttura facendo saltare un piccolo portello sul fianco della struttura, esponendo il reattore (probabilmente connesso con il progetto della nuova Morte Nera). Dopo ciò Ace colpì il nucleo del reattore stesso, distruggendo la struttura. Ancora una volta Zaletta aveva dimostrato non solo il suo impegno per l'Alleanza e per la sua defezione, ma rivelò quanto era in alto nella catena di comando imperiale.

Anche se rimaneva prudente circa le intenzioni del disertore, l'Alleanza decise di accogliere Zaletta nei suoi ranghi. Prima, però, era necessario trovarlo. Gli eventi che circondavano la defezione del Grande Ammiraglio imperiale Zaarin avevano provocato un'onda d'urto notevole nell'Impero, e le possibilità di iniziare la defezione senza farsi notare erano pressochè nulle. Zaletta, quindi, dovette fare affidamento sull'Alleanza per potersene andare. Fortunatamente per lui la sua fiducia era ben riposta. L'Alleanza riuscì a risalire alla fonte delle trasmissioni scaricando i registri dal Relè delle Comunicazioni attraverso il quale i suoi messaggi venivano mandati all'Alto Comando in un audace raid dell'Alleanza condotto dagli A-Wing e dalla Corvetta Modificata Python.

Grazie a queste informazioni l'Alleanza fece irruzione presso l'avamposto imperiale DX-11a nel Sistema Eidoloni sul quale Zaletta era di stanza. Gli X-Wing alleati, guidati da Ace Azzameen, attaccarono la piattaforma e costrinsero tutti gli ufficiali a bordo a fuggire. Ispezionando le navette in fuga (tra cui spicca una contenente gli ufficiali imperiali dell'avamposto e altre due trasportanti ognuna una squadra di tecnici) Ace è in grado di localizzare il Comandante Zaletta a bordo della AA-23. I Ribelli scortarono la navetta per un appuntamento nello spazio profondo con la Fregata Nebulon-B alleata Redemption. Tuttavia, dopo l'atterraggio della navetta nell'hangar e con il gruppo pronto a ritirarsi per tornare verso la task force della Liberty, nella zona irruppe un distaccamento Imperiale, consistente nello Star Destroyer classe Imperial Subjugator e l'Incrociatore Immobilizer 418 Restrainer. Con la via di fuga bloccata e i TIE Bomber in arrivo, la Redemption chiamò la Liberty. Insieme, le due navi capitale e il loro complemento di caccia stellari poterono distruggere l'Interdictor e ritirarsi, portando Zaletta "dall'altra parte della barricata".

La rapidità della risposta imperiale fu causa di grande preoccupazione riguardo le intenzioni del comandante Zaletta, detenuto come sospetta spia. Fu allora però che l'ufficiale tattico della Liberty, il Comandante Kupalo, scelse di tornare all'Impero, rivelando che gli era stato fatto il lavaggio del cervello trasformandolo in un agente imperiale dormiente e che era il traditore che preparò la trappola per la Redemption. I piloti Azzameen e Olin Garn furono in grado di fermare il traditore prima che potesse essere raccolto (con lo stesso shuttle usato da Zaletta per fuggire) dall'Imperator, mentre il comandante Zaletta alla fine divenne il nuovo ufficiale tattico della Liberty. Immediatamente diede mostra della sua conoscenza dei progetti imperiali segreti in corso (tuttavia talmente segreti che nemmeno lui ne era completamente a conoscenza), portanto alla cattura del computer imperiale che conteneva i piani della Morte Nera II.

Ironia della sorte, questa scoperta si sarebbe rivelata fatale per Zaletta, perché il suo contributo indirettamente portò alla Battaglia di Endor, dove sembrerebbe essere stato ucciso nella distruzione della Liberty dopo che questa viene colpita per prima dal superlaser della Morte Nera.

Comparse

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale