Fandom

Javapedia

Star Wars: Episodio I La minaccia fantasma

4 109pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Comments0 Condividi

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Icona-consultabile.png Questo è un articolo consultabile della Javapedia.

Il soggetto di questo articolo è considerato canonico.Il soggetto di questo articolo appare nella Era dell'Ascesa dell'Impero.Star Wars: Episodio I La minaccia fantasma

Star Wars TPM.jpg
Star Wars: Episodio I
La minaccia fantasma
Star Wars: Episode I
The Phantom Menace
Crediti
Regista/i

George Lucas

Produttore/i

Rick McCallum

Sceneggiatore/i

George Lucas

Interpreti
Musiche di

John Williams

Informazioni di produzione
Distributore

20th Century Fox

Rilasciato

1999

Durata

133 min

Budget

$115,000,000

Lingua

Inglese

Cronologia
Cronologia

32 BBY

Era

Era dell'Ascesa dell'Impero

Seguito da

Star Wars: Episodio II L'attacco dei cloni

"Ogni epoca ha una leggenda... Ogni viaggio ha una meta... Ogni saga ha un inizio."
―Slogan[src]

Star Wars: Episodio I La minaccia fantasma, in inglese Star Wars: Episode I The Phantom Menace è un film di fantascienza del 1999 scritto e diretto da George Lucas. È il quarto film della saga di Star Wars in ordine di realizzazione, e il primo nei termini della cronologia interna alla storia. Tra in fan, il titolo è comunemente abbreviato come "TPM".

Il film inizia con l'arrivo di due Jedi, incaricati di risolvere una disputa commerciale come ambasciatori, nell'orbita del pianeta Naboo, sotto assedio. Quando la situazione degenera, i Jedi, assieme alla regina del pianeta, Padmé Amidala, fuggono da Naboo nel tentativo di raggiungere il pianeta capitale della Repubblica. Quì sperano di trovare un pacifico accordo per porre fine alla disputa. Durante il viaggio, l'astronave deve fermarsi per delle riparazioni sul pianeta Tatooine. È quì che i Jedi incontrano Anakin Skywalker, un giovane schiavo con una straordinaria sensibilità alla Forza. Quando il gruppo ritorna a Naboo, si rendono conto che la situazione è molto peggiore di quello che avevano pensato: i malvagi Sith, antichi nemici dei Jedi, sono ritornati.

L'uscita del film il 19 Maggio 1999, avvenne quasi 16 anni dopo quella dell'ultimo della serie, Star Wars Episodio VI: Il Ritorno dello Jedi. La distribuzione fu accompagnata da una vasta copertura dei media e una grande anticipazione. Nonostante recensioni non tutte positive da parte di critici e fan, incassò 924,3 milioni di dollari in tutto il mondo.

Trama

Nel 32 BBY, una disputa commerciale tra la Federazione dei Mercanti e i sistemi remoti della galassia ha portato all'assedio del piccolo pianeta di Naboo. Il Cancelliere Supremo Finis Valorum, capo del Senato Galattico, ha segretamente inviato due Jedi, il Maestro Qui-Gon Jinn e il suo Padawan Obi-Wan Kenobi, come ambasciatori sulla nave ammiraglia della Federazione, la Saak'ak, per incontrare il Viceré Nute Gunray e risolvere la disputa. I due Jedi vengono accolti dal droide protocollare TC-14 che li fa accomodare in una sala d'attesa dove si siedono aspettando Gunray. All'insaputa dei Jedi, la Federazione è in combutta con il misterioso Darth Sidious, Signore Oscuro dei Sith, che segretamente ordina a Gunray di invadere Naboo e di uccidere i due Jedi al loro arrivo. La loro nave, la Radiant VII viene distrutta e la stanza dove si trovano i due Jedi invasa dal gas. I due scampano all'attentato imbarcandosi clandestinamente a bordo di due navi da sbarco della Federazione in partenza per la superficie di Naboo.

Sul pianeta, Qui-Gon Jinn salva un Gungan esiliato Jar Jar Binks che stava per essere schiacciato da un MTT. Poco dopo, due STAP li attaccano, ma vengono distrutti dal Jedi. Jar Jar Binks mostra ai due Jedi la via che porta ad un insediamento Gungan subacqueo, Otoh Gunga, sfuggendo all'armata droide della Federazione dei Mercanti. Nel frattempo la Federazione invade Naboo e ne cattura il capo, la Regina Padmé Amidala. I Jedi incontrano il capo dei Gungan, Boss Rugor Nass, a cui chiedono di aiutare i Naboo, ma questi rifiuta e li manda via a bordo di un sottomarino bongo. Vengono attaccati da un mostro marino Opee ma il pesce viene mangiato da un altro mostro marino, un Sando. I Jedi con al seguito Binks, raggiungono Theed, la capitale del pianeta, e soccorrono la Regina Amidala dalla Forza di Difesa della Federazione. Essi partono per Coruscant, il pianeta capitale della Repubblica Galattica, per chiedere aiuto al Senato. Un astromeccanico chiamato R2-D2 riesce a riparare la nave della Regina (danneggiata da un attacco delle navi da guerra della Federazione) consentendo la fuga per un pelo.

A causa dell'iperguida danneggiata nell'attacco, la Regina e il suo seguito sono costretti ad atterrare nel deserto del pianeta Tatooine per riparare la nave. Cercando un nuovo generatore dell'iperguida, vengono aiutati dal giovane Anakin Skywalker, uno schiavo, il cui padrone è Watto, un rigattiere Toydariano.

Anakin è un ragazzo abile nel pilotaggio e nella meccanica, e sta costruendo un droide, ormai quasi completo, chiamato C-3PO. Qui-Gon Jinn avverte una forte presenza della Forza in lui, e di conseguenza pensa che possa essere il Prescelto che potrebbe adempiere ad una antica profezia Jedi portendo equilibrio nella Forza. Incitandolo a partecipare ad una gara di sgusci, Qui-Gon orchestra un gioco d'azzardo grazie al quale il ragazzo (da solo, dato che Qui-Gon non riuscì a includere la madre del giovane nella trattativa) verrebbe liberato dalla schiavitù e loro si guadagnerebbero i pezzi di ricambio della nave. Anakin vince la corsa e si unisce al gruppo alla volta di Coruscant, dove Qui-Gon intende chiedere il permesso al Gran Consiglio Jedi di addestrare Anakin nelle vie della Forza. Nel frattempo, Darth Sidious manda il suo apprendista, Darth Maul, ad uccidere i due Jedi e catturare la Regina. Maul compare giusto quando il gruppo sta per decollare, e duella con Qui-Gon. Il combattimento si interrompe dopo poco quando Qui-Gon riesce a fuggire dal suo assalitore in nero saltando a bordo della Nave Reale che decolla.

Su Coruscant, Qui-Gon Jinn mette al corrente il Consiglio dei Jedi del misterioso assalitore che ha incontrato su Tatooine. Siccome padroneggiava con maestria le tecniche Jedi, il Cousiglio giunge alla conclusione che che questa scoperta potrebbe indicare la ricomparsa dei Sith, un tramontato ordine religioso i cui membri erano seguaci del lato oscuro della Forza. Qui-Gon parla anche di Anakin al Consiglio, sperando di poterlo addestrare come Jedi. Dopo aver messo alla prova il ragazzo e riflettendo l'un l'altro, il Consiglio rifiuta, decretandolo troppo grande per l'addestramento secondo il Codice Jedi. Sono anche giustamente preoccupati dato che avvertono un futuro apparentemente nebuloso per il ragazzo nonché una forte presenza di paura. Nel frattempo, il Senatore Palpatine di Naboo, attento alla corruzione del Senato, consiglia alla Regina Amidala di proporre un voto di sfiducia per il Cancelliere Valorum. Non vedendo alternative, la Regina segue questo consiglio quando fa il discorso in Senato. Palpatine è tra icanditati per rimpiazzare il Cancelliere Supremo, e la Regina annuncia a Palpatine che che tornerà lei stessa al loro pianeta natale per reprimere l'invasione del loro popolo. Ella è delusa dalla deliberazione del Senato e dalla mancanza d'azione, e sente che anche se Palpatine vincesse le elezioni, sarebbe troppo tardi. Il Consiglio dei Jedi manda i due Cavalieri ad accompagnare la Regina di ritorno a Naboo, sperando di far luce sulla faccenda dei Sith.

La Regina Amidala, tornata a Naboo, si allea con la popolazione dei Gungan, per combattere unitamente la battaglia contro la Federazione dei Mercanti. Nute Gunray è comandato da Darth Sidious di spazzare via i Gungan e i Naboo come obbiettivo della battaglia. Il Capitano Roos Tarpals ordina al Grand'Esercito Gungan di attivare il loro scudo per proteggersi dalle linee d'attacco. OOM-9 comanda ai carriarmati di fare fuoco, ma vedendo che non sono in grado di penetrare il potente scudo, ordina di cessare il fuoco. Daultay Dofine da il comando di attivare i droidi da battaglia. I doridi marciano attraverso lo scudo, e il suo generatore vien distrutto. Dopo una lunga battaglia, la sconfitta dell'alleanza sembra imminente.

Comunque, la vittoria arriva quando il giovane Anakin Skywalker accidentalmente perde il controllo di un caccia stellare e arriva a distruggere la Nave Controllo Droidi, uccidendo Daultay Dofine e mettendo fuori uso l'armata droide. Nel frattempo, la Regina Amidala e la sua squadra penetrano nel palazzo reale e catturano Nute Gunray.

Allo stesso tempo, in un hangar di Theed, Darth Maul ingaggia un combattimento con i due Jedi, usando una spada laser a doppia lama. La battaglia si sposta dall'hangar, attraverso una serie di passerelle , alla Sala del Generatore di Theed. Durante il duello, Obi-Wan viene separato dal maestroquando viene buttato da una passerella con un calcio. Tenta di afferare il bordo di un'altra passerella di sotto e con un salto torna nel punto in cui Qui-Gon and Maul continuano a combattere. In questo tempo, Qui-Gon e Maul sono stati separati da un campo di forza all'entrata della Sala del Generatore. Obi-Wan li raggiunge, ma viene diviso dagli altri due da un altro campo di forza. Quando il campo di forza si disattiva, Jinn e il Sith continuano il loro duello mentre Kenobi rimane bloccato quando il campo di forza si attiva nuovamnte. Maul improvvisamente colpisce Qui-Gon Jinn sul mento con l'impugnatura della spada laser, stordendolo, quindi con una rotazione affonda la spada nel petto di Qui-Gon, ferendolo a morte. Adirato, Obi-Wan raddoppia gli sforzi nel combattimento contro Darth Maul e gli taglia la spada a metà, ma il Sith quasi uccide Kenobi quando con una Spinta della Forza lo fa cadere nel pozzo. Obi-Wan si salva dalla caduta attaccandosi su un tubo che sporge dalla parete del pozzo. Darth Maul calcia la spada laser del Jedi nel pozzo e si prepara a finirlo. Il Padawan si calma, usando la Forza per saltare fuori dal pozzo e attira la spada del Maestro caduto nella propria mano. in un istante atterra dietro al sorpreso Maul e lo taglia in due, il corpo del Sith cade nel pozzo.

Appena prima di morire, Qui-Gon fa promettere a Obi-Wan di addestrare Anakin nelle vie della Forza. Obi-Wan gli dà la sua parola che lo farà. Il neo-eletto Cancelliere Palpatine arriva per congratularsi con la Regina Amidala per la sua vittoria, come Nute Gunray è mandato a reggere alla prova dei suoi crimini.

Dopo la battaglia, il Consiglio Jedi nomina Obi-Wan Cavaliere Jedi. Kenobi comunica a Yoda la volontà del suo Maestro riguardo Anakin Skywalker, che riluttante accetta di farlo diventare l'apprendista di Obi-Wan. Il corpo di Qui-Gon viene cremato, e Mace Windu e Yoda accettano che i Sith sono definitivamente colpevoli della tragedia. Essendo che ci sono sempre due Sith (un Maestro e un apprendista), i due Maestri credono che ce ne debba essere per forza un altro.

I Naboo e i Gungan organizzano una grande parata della vittoria sulle strade di Theed, davanti al palazzo. Obi-Wan e Anakin sono presenti, il giovane ora ha una treccia: il marchio dei Padawan. La Regina Amidala presenta un dono di apprezzamento e di amicizia a Boss Nass e alla popolazione dei Gungan.

Cast


Comparse

Per tipo
Personaggi Creature Modelli di droidi Eventi Luoghi
Organizzazioni e titoli Specie senzienti Veicoli e navi Armi e tecnologia Miscellanea

Personaggi


Eventi

Organizzazioni e titoli


Frasi celebri

"Su una cosa avevi ragione, Maestro. Il negoziato è stato davvero breve."
Obi-Wan Kenobi[src]
"Io non rinvio nulla!Sono qui perché si deliberi subito sull'aggressione alla nostra sovranità. Non sono stata eletta per vedere il mio popolo soffrire e morire mentre la vostra commissione dibatte su questa invasione. Se quest'organo esecutivo non è in grado di agire si dia subito un nuovo leader. Io propongo un voto di sfiducia per la leadership del Cancelliere Valorum!"
―Regina Padmé Amidala[src]
"Il consiglio mi ha concesso il permesso di addestrarti! Tu diventerai un jedi, Te lo prometto!."
Obi-Wan Kenobi[src]
"Sempre in due sono. Un maestro e un apprendista"
Yoda[src]

Dietro le quinte

  • Nella bottega di Watto si può vedere un pezzo dell'astronave di 2001: Odissea nello spazio.

Link esterni

Film di Star Wars
Episodio I:
La minaccia fantasma
Episodio II:
L'attacco dei cloni
Episodio III:
La vendetta dei Sith
Episodio IV:
Una nuova speranza
Episodio V:
L'Impero colpisce ancora
Episodio VI:
Il ritorno dello Jedi
Episodio VII:
Il risveglio della Forza
Episodio VIII Episodio IX

Inoltre su Fandom

Wiki a caso