Fandom

Javapedia

Star Destroyer classe Venator

4 104pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Comments0 Share

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Il soggetto di questo articolo fa parte del brand "Legends".Il soggetto di questo articolo appare nella Era dell'Ascesa dell'Impero.Il soggetto di questo articolo fa parte del brand "Legends".Il soggetto di questo articolo appare nella Era della Ribellione.Il soggetto di questo articolo fa parte del brand "Legends".Questo è un buon articolo della Jawapedia.

Venator.jpg
Star Destroyer classe Venator
Informazioni di produzione
Costruttore

Cantieri Navali Kuat

Linea di produzione

Star Destroyer

Modello

Star Destroyer di classe Venator

Classe
Costo

stimato 59.000.000 Crediti Galattici

Specifiche tecniche
Lunghezza

1.137 metri

Larghezza

548 metri

Altezza/profondità

268 metri

Accelerazione massima

3.000 G

Massima velocità (atmosfera)

975 Km/h

Iperguida

Classe 1.0
Backup classe 15

Raggio iperguida

60.000 anni luce (effettivi)

Potenza

3,6×1024 W

Generatori di energia

Reattore ad annichilazione di Ipermateria

Scudi

Integrati (equivalenti a quelli dello Star Destroyer classe Victory I)

Sistemi di navigazione

Computer di navigazione integrato

Armamento
Veicoli
Equipaggio

7.400

Passeggeri

2.000 truppe

Capacità di carico

20.000 tonnellate

Autonomia

2 anni

Usi
Ruolo/i
Era/e
Affiliazione/i

Lo Star Destroyer classe Venator, detto anche Incrociatore pesante classe Venator o Incrociatore d'attacco Repubblicano, (oppure noto anche col nomignolo di Incrociatore Jedi) ormai obsoleto al tempo dell'Impero, era la migliore nave capitale della Repubblica. Fu progettato e prodotto dai Cantieri Navali Kuat e da Lira Wessex. Quando entrò a far parte dell'Impero, esso era anche conosciuto come Incrociatore d'attacco imperiale.

Caratteristiche

Dimensioni

La sua lunghezza (1.137 metri) rendeva lo Star Destroyer classe Venator una delle più grandi navi capitali utilizzabili in operazioni in presenza di atmosfera, come lo sbarco sui pianeti e il trasporto o lo sbarco di truppe e veicoli.

La classe Venator nacque dal successo delle navi d'assalto classe Acclamator, e fu progettato da Lira Wessex come nave da guerra versatile, di media stazza e multiruolo.

Ruoli

Nonostante il progetto iniziale vedesse la classe Venator come nave da combattimento ravvicinato, si rivelò utile per molti altri utilizzi secondari, che spaziavano dal trasporto di caccia stellari al ruolo di cargo militare e alla scorta di altre navi. L'uso diffuso come aviotrasporto ha reso la classe Venator molto popolare tra gli assi dei caccia stellari Jedi, poichè queste navi potevano portare un sacco di caccia e bombardieri.

Come nave da guerra multiruolo della Marina Repubblicana, la Venator venne pesantemente armata e corazzata, sia per poter comandare attacchi a mondi dell'Orlo (come Utapau), sia per contrastare eventuali blocchi di sistemi spaziali.

I classe Venator portavano il colore rosso della diplomazia e dell'immunità della Repubblica , eliminato in seguito, assieme alle insegne repubblicane, dall'Impero Galattico, che lasciò lo scafo nella più comune livrea grigia dopo il 19 BBY.

Sistemi offensivi e difensivi

L'armamento di un classe Venator consisteva in 8 torrette turbolaser doppie pesanti DBY-827, 2 torrette turbolaser doppie medie situate lungo i fianchi della nave, 52 cannoni laser e 4 bocche per siluri protonici (16 siluri ognuna). Le otto torrette turbolaser doppie erano le principali armi, e la nave aveva due modalità di monitoraggio. Per la precisione: nella modalità a lungo raggio, la DBY-827 poteva colpire un bersaglio in un intervallo di 10 minuti luce mentre, durante gli scontri a fuoco ravvicinato, le torrette avevano la capacità di ruotare in tre secondi, con la loro seconda modalità di monitoraggio. In termini di fuoco, queste armi potevano rivaleggiare con le batterie principali degli ultimi modelli di Star Destroyer di classe Imperial I. La torretta DBY-827 aveva 7 differenti impostazioni di potenza. Questo consentiva ai piloti e agli artiglieri della Venator di selezionare l’intensità di distruzione, da un piccolo colpo a un raggio paralizzante. Come una vera nave da guerra, lo Star Destroyer di classe Venator poteva deviare la quasi totalità della potenza di uscita del suo reattore subluce alle batterie turbolaser in caso di necessità, oppure intensificare lo scudo deflettore. Come risultato di ciò, una flottiglia di Venator era in grado di avere la meglio facilmente anche sugli scudi di una potente nave come la corazzata di classe Lucrehulk. Su suggerimento di Anakin Skywalker poi, il veicolo d'artiglieria SPHA era stato installato nella baia di carico dell’hangar ventrale di alcune Venator, facenti parte della Flotta del Cerchio Aperto, una delle più grandi flotte repubblicane al comando di Skywalker e Obi-Wan Kenobi. Queste armi furono pensate per tutelare i Venator mentre aprivano le loro lunghe porte ventrali dell’hangar superiore. Essi vennero utilizzati con effetto considerevole durante la Battaglia di Coruscant (come lo si può notare durante il terzo film della trilogia dei prequel). Alcune navi classe Venator possedevano infine delle batterie turbolaser pesanti, situate lungo la sezione longitudinale, per tutta la lunghezza della nave.

Sistemi di propulsione

La Venator era dotate di motori potenti, di Iperguida classe 1, con un efficace raggio di 60.000 anni-luce. Il suo principale reattore potrebbe consumare fino a 40.000 tonnellate di combustibile a ipermateria al secondo, producendo 3,6 × 1024 Watt di potenza (3,600,000,000,000,000,000,000,000 watt!).

Dotazione

Nonostante la presenza di potenti armi, e il fatto di essere alla pari con gli Star Destroyer classe Victory da 900 metri, la classe Venator era stata progettata con il ruolo di portacaccia: infatti il suo hangar è di gran lunga maggiore di quello di altri Star Destroyer, come il Victory ad esempio. Prima della formazione dell'Impero Galattico, una tipica Venator repubblicana aveva in dotazione 420 caccia stellari (più della prima Morte Nera, che ne possedeva "solo" 288): 192 caccia V-wingV-19 Torrent, 192 intercettori Eta-2 di classe Actis e 36 caccia ARC-170. La nave, di solito, manteneva anche una serie di Shuttle di classe Nu nel suo hangar.

Da quando è stata in grado di entrare nell’atmosfera di un pianeta e di atterrare sulla sua superficie, la classe Venator pre-imperiale ha avuto una dotazione standard di 40 cannoniere LAAT/i e 24 camminatori militari AT-TE per le operazioni terrestri. In aggiunta all’hangar ventrale standard, la prua di una Venator poteva aprirsi fino a rivelare mezzo chilometro di hangar dorsale che fungeva da rampa di lancio. Questo sistema consentiva al comandante di una Venator di lanciare rapidamente centinaia di caccia stellari contemporaneamente. Tuttavia, la lentezza di apertura e di chiusura delle porte blindate di prua lasciavano la nave estremamente vulnerabile. Nonostante ciò, il progetto della Venator venne in parte mantenuto per la progettazione dei futuri Star Destroyer. La classe Venator ha anche avuto aperture speciali degli hangar di babordo e tribordo, che furono usate per agganciare stazioni spaziali, torri d’ormeggio e navi più grandi ai fini del trasferimento di truppe e materiali.

Ponte

A causa del suo ruolo di vettore, la classe Venator possedeva un insolito ponte a torre doppio: la torre di babordo era la postazione di comando delle squadriglie caccia, mentre la torre di tribordo fungeva da centro di comando della nave. Il ponte di comando era stato progettato con doppio equipaggio dove gli operatori erano stazionati per controllare le varie funzioni della nave. Alcuni funzionari compivano la ronda sul ponte, così da avere una vista a 360 gradi verso l'esterno. Questo design di ponte sarebbe diventato una dotazione standard sulla maggior parte delle navi da guerra imperiali.

Storia

Era dell'Ascesa dell'Impero

I classe Venator furono, per così dire, una variante specializzata dei classe Acclamator. Mentre queste avevano il ruolo di nave da sbarco, i Venator avevano il compito di scortarli, essendo effettivamente navi capitali; i Venator soppiantarono la seconda generazione di Acclamator, in quanto erano più potenti ed avevano un hangar molto più ampio.

Il loro utilizzo fu massiccio, a dispetto del costo (stimato sui 59 milioni di crediti a nave ), e fu usato in tutte le flotte della Marina repubblicana; entrate in servizio verso la fine del 22 BBY, questa nave fu usata durante tutta la guerra, e rivelò la sua efficacia contro le possenti Lucrehulk separatiste, anche se per abbattere una di queste servivano almeno tre Venator.

Le Venator furono usate intensamente durante la Battaglia di Coruscant, sotto il comando di Obi-Wan Kenobi e Anakin Skywalker; il loro intervento fu provvidenziale per intrappolare la flotta separatista al comando di Grievous, e permise anche la liberazione del cancelliere Palpatine. Gli Star Destroyer furono anche usati durante la Battaglia di Kashyyyk e quella di Utapau.

Era dell'Impero

Tre Star Destroyer di classe Venator nell'Età Imperiale.jpg

Due Star Destroyer di classe Venator Impero

A seguito della "morte" della Repubblica e dell'ascesa dell'Impero, i Venator continuarono a prestare servizio, anche se prive delle livree repubblicane rosse; i Venator furono via via dismessi quando entrò in servizio lo Star Destroyer di classe Imperial I; ciononostante, i Venator continuarono ad essere in servizio con la Marina Imperiale, perlopiù come navi da addestramento per i giovani marinai. Molti Moff, invece, li usarono nelle flotte o milizie private.

Molti, comunque, furono lasciati alla deriva nello spazio, e molti finirono nelle mani del Consorzio Zann, dei Mandaloriani, dei pirati e di molti mercanti; soprattutto da quest'ultimi era possibile acquistarli, anche se costavano molto.

Ciononostante, alcuni Venator sopravvissero anche dopo la pace tra Nuova Repubblica e Resti dell'Impero, tant'è che almeno uno servì nella Flotta Irregolare del Maw, e almeno due sopravvissero addirittura fino al 137 ABY, quando furono usati nell'Evacuazione di Dac.

Inoltre su Fandom

Wiki a caso