Wikia

Javapedia

Spada laser

Commento1
2 156pagine in
questa wiki

30px-Era-vre30px-Era-imp30px-Era-rib30px-Era-nre30px-Era-noj30px-Era-leg30px-Era-inf

"Questa è l'arma dei cavalieri Jedi. Non è goffa o erratica come un fulminatore... è elegante invece, per tempi più civilizzati"
Obi-Wan Kenobi[cfr]

La spada laser è l'arma tradizionale ed elegante degli Jedi e dei Sith. Essi giocano un ruolo fondamentale nell'universo fittizio di Guerre Stellari, e compaiono nei film, nei giochi e nei romanzi legati alla saga.

Le spade laser Modifica

Le spade laser vengono inventate attorno al 9.990 BBY. Usando la tecnologia "frozen blaster", un flusso di plasma superriscaldato viene confinato all'interno di un campo di forza e proiettato dall'impugnatura in forma di lama di pura energia. Il raggio distrugge la materia al contatto, e può penetrare tutti i solidi, ad eccezione di un'altra spada laser e di un altro campo di forza. L’unico materiale in grado di resistere, almeno per un po’, ad un attacco con una spada laser è il metallo Mandaloriano. Questo metallo si trova solo sul pianeta Mandalor, antica sede del Sith Mandalore, sconfitto da un altro Sith, Alac Qel-Droma, 3996 anni prima della battaglia di Yavin. Di questo metallo sarebbe fatta l’armatura di Jango Fett prima e del figlio Boba poi, ma sono ancora misteriose le circostanze in cui Fett se la sia procurata.

Le prime spade laser arcaichevennero sviluppate come arma da assedio. Queste richiedevano un generatore di energia separato che era spesso portato sulle spalle. La fonte di energia e i componenti vennero miniaturizzati per creare l'arma semplice utilizzata in un periodo successivo. Utilizzare una spada laser in combattimento richiede abilità, confidenza e destrezza e dopo anni di addestramento si riusciva ad avere il pieno controllo di questa arma. Essere in sintonia con la Forza è utile a questo scopo.

Nella trilogia cinematografica originaria, le spade laser erano verdi come quella di Qui-Gon Jinn, maestro di Obi-Wan Kenobi in Episodio I, o blu per gli Jedi, mentre quelle rosse erano associate ai Sith. Originalmente le lame sarebbero dovute essere solo rosse o blu, ma a causa della scarsa visibilità del colore blu sullo scenario del pianeta sabbioso venne introdotto il colore verde. Probabilmente la scelta dei tre colori è dovuta al fatto che la tecnologia di colorazione poteva dare solo risultati limitati ad alcuni colori (RGB, Red Green Blue, rosso verde blu).
Le fonti dell'Universo Espanso e dei film del prequel aprono il ventaglio dei colori delle spade laser, includendo (tra gli altri) porpora, arancio, argento e giallo. Obi-Wan Kenobi utilizza principalmente una spada laser blu, mentre Mace Windu usa notoriamente una spada laser color porpora, il che può essere visto come una conseguenza della padronanza nella tecnica di combattimento con la spada, vicina al lato oscuro. Il colore della lama dipende dai cristalli usati per focalizzare il raggio. Le spade blu sono spesso associate ai guardiani Jedi; quelle verdi ai consoli Jedi; quelle gialle con le sentinelle Jedi; quelle color lavanda con i guaritori Jedi; infine quelle rosse sono più strettamente associate ai Sith, poiché esse utilizzano un cristallo grezzo, che non richiede attente raffinazioni e che quindi costituisce un segno della via più facile e di una salda appartenenza al credo dei Sith, senza l'emergere di una spiccata individualità che si discosti abbastanza da esso.

La rarissima grande spada laser, simile ad una spada laser standard, possiede dei cristalli ed una fonte di energia che producono una lama lunga fino a tre metri. La rara spada laser a doppia fase è una spada laser costruita per funzionare con due diverse lunghezze della lama. La spada laser di Dart Fener ne è un esempio, possiede infatti sull'elsa dei pulsanti che gli permettono di cambiare la lunghezza della lama a piacimento.

Le Spade Laser Electrum sono spade laser con else fatte di elettro. Ci sono anche delle varianti con manici e lame più corti (conosciute come Spade Laser corte) che possono essere utilizzate come armi secondarie o come spada laser primaria di un Jedi di piccola taglia, come Yoda.

La spada laser a doppia lama o bastone laser è una variante unica, nella quale l'impugnatura è circa tre volte più grande di quella standard, ed emette una lama ad ogni estremità. Le lame possono essere attivate indipendentemente una dall'altra, permettendo una grande versatilità. Questo tipo di spada laser è apparso per la prima volta nelle mani di Exar Kun in Cronache degli jedi: la guerra dei Sith, ed è stato portato la prima volta sullo schermo nelle mani dell'apprendista sith Darth Maul in Guerre Stellari: Episodio I.

Nel videogioco Star Wars: Knights of the Old Republic, anche la Jedi Bastila usa una di queste rare e pericolose armi. Nell'Universo Espanso la spada con doppia lama fu inventata da Exar Kun. Per questo la preferenza per una spada con doppia lama è stata considerata come un segno che quel Jedi possa passare al lato oscuro. Ai Jedi addestrati su Dantooine durante il periodo delle guerre dei Sith non era concesso costruire una spada del genere. Al tempo delle guerre dei cloni nessun Jedi ne usa una, suggerendo che il marchio ricevuto da quell'oggetto era indelebile.

Un altro nuovo tipo di spada laser è la Linksaber,molto rara ed usata daal'apprendista Sith Asajj Ventress all'epoca delle guerre dei cloni.La Linksaber è formata da due spade normali legate tra loro tramite una piccola cordicella molto resistente.Sono molto difficili da usare.

StoriaModifica

Le spade laser sono le armi principali dei cavalieri Jedi ma sono usate anche dai Sith. Dopo la strage dei Jedi, queste divennero reliquie rare. Il loro uso è generalmente riservato ai Jedi, in parte perché sono pericolose in una mano inesperta, ma anche perché i fulminatori sono molto più efficaci per un non-Jedi. Le spade laser sono comunque ricercate da alcuni collezionisti, e si verificano alcune transazioni sottobanco.

Solitamente la spada laser è affidata ad un Jedi il primo giorno di addestramento. I Maestri Jedi sottolineano che essa è un indicatore dei progressi di un apprendista, dato che le tecniche richiedono molta abilità e concentrazione. Costruire la propria spada laser è considerato l'esame finale per un apprendista.

" Il cristallo è il cuore della lama.
Il cuore è il cristallo del Jedi.
Il Jedi è il cristallo della Forza.
La Forza è la lama del cuore.

Tutti sono interconnessi:
Il cristallo, la lama, il Jedi.

Tu sei uno.
"
―Rito della costruzione della Spada laser[cfr]

AddestramentoModifica

Una variante applicata allo standard dall'Ordine Jedi, la Spada laser da allenamento, aiuta l'apprendista nell'imparare ad usare una normale spada. Queste spade sono simili a quelle standard, ma la potenza e la dimensione sono sensibilmente ridotte, come quella di Yoda. Solitamente hanno colore rosa, e sono usate nell'addestramento all'Accademia Jedi della Vecchia Repubblica. Nonostante queste spade siano progettate per non essere letali, il contatto può essere molto doloroso e a volte fatale.

Uso e stiliModifica

Nelle mani di qualcuno addestrato ad impiegare la Forza, una spada laser è uno strumento versatile e potente. Tuttavia, nelle mani di chi non è addestrato, è ben più di un pericolo per l'utilizzatore stesso, in quanto solo l'impugnatura ha una massa di entità determinabile. Ciò rende difficile giudicare la posizione della lama in modo accurato durante il suo impiego. Inoltre, il rimbalzo all'indietro della lama genera una forza giroscopica che causa instabilità nelle mani dell'inesperto, come si può vedere facilmente nella prima esperienza avuta da Luke Skywalker con una spada laser nell'Episodio IV.

Una spada laser può tagliare di tutto, che si tratti di porte corazzate oppure di nemici, ad eccezione di un'altra spada laser (il perché non viene spiegato a sufficienza). Le uniche eccezioni a questa regola sono rappresentate dai minerali cortosis capaci di respingere o persino accorciare una spada laser (come mostrato nel romanzo Io, Jedi, da un metallo superconduttore senza nome usato per corazzare le navi centinaia di anni prima dell'Impero, come si vede nel romanzo Shatterpoint di Matthew Stover), la cosiddetta Corazza Mandaloriana (come si vede in Tales of the Jedi: Dark Lords of the Sith), ed alcuni tipi di scudi ad energia. Il minerale cortosis innesca una reazione nella spada laser che la spegne. Nella serie di romanzi "L'Apprendista Jedi" viene dimostrato che una spada laser si cortorcuita se entra in contatto con acqua, tuttavia una speciale spada prodotta dal maestro kit Fisto può essere impiegata con successo sott'acqua.


Usando la Forza, uno Jedi può usare la sua spada laser per deflettere e riflettere gli attacchi di energia in arrivo. Le spade laser sono armi per il combattimento corpo a corpo, ma possono anche essere lanciate per un attacco a distanza e richiamate grazie alla psicocinesi, una delle abilità di base dello Jedi. Ci sono molti stili differenti di combattimento con la spada laser, compreso (ma non limitatamente a) lo stile "pesante" di Dart Fener, che comprende attacchi ampi e potenti. Esiste anche il basilare atteggiamento "medio", il primo appreso dagli Jedi. Equilibrato nella difesa come nell'attacco, è l'impostazione più comune. Infine c'è lo stile "leggero", che enfatizza attacchi rapidi e fendenti brutali.

Ci sono inoltre modi più "esotici" di brandire la spada laser, come la rara spada laser a doppia lama vista usare da Darth Maul in Episodio I: La minaccia fantasma. Uno degli stili più rari nell'uso della spada laser consiste nello sfoderarne due assieme. Usato brevemente in Episodio II: L'attacco dei cloni e in Episodio III: La vendetta dei Sith, dal giovane Anakin Skywalker, oltre che nelle mini-serie animate, questo stile incorpora rapidi attacchi accecanti e fendenti devastanti, ma ogni singolo colpo è debole e facilmente parato. Pur non essendo stili particolari, alcuni degli Jedi più esperti scelgono di impugnare le loro spade laser in modi non convenzionali, ad esempio impugnandola di rovescio. Un Jedi e un Sith venivano normalmente spinti dai maestri a trovare la loro forma di combattimento; esistono sette tipi di forme conosciute. La prima è una forma morbida usata dagli apprendisti e dai padawan, ed è una posizione piuttosto naturale che facilità l'apprendimento dell'uso della spada laser. la seconda forma era quella preferita da molti cavalieri jedi, la posizione è simile a quella della scherma ma il busto è rivolto all'avversario con la spada brandita a due mani e tenuta all'altezza dell'inguine, questa forma riusciva a equilibrare bene uno stile pesante e uno leggero. La terza forma era, invece, più pesante, e comprendeva fendenti laterali portati all'altezza del viso; la spada era tenuta a due mani di fianco al volto e gli avanzamenti erano lenti e metodici, pochi jedi utilizzavano tale forma perché difficilmente gestibile in fase difensiva. La quarta forma era invece quella utilizzata da maestri esperti, che brandivano la spada laser con una sola mano e, che per rendere possibile la realizzazione di tale forma, modificavano le impugnature delle spade laser rendendole più leggere, o con forma differenti. La quinta era detta "la forma della forza", per usarla bisognava muoversi utillizzando i poteri; per esempio yoda per muoversi durante i combattimenti utilizzava la forza che lo rendeva agile e difficilmente colpibile, grazie ad ampi balzi e spostamenti improvvisi. la sesta forma, è poco conosciuta, in alcuni olocron ritrovati, sembra fosse la forma che consentiva al jedi o al sith di manovrare due saber, mantendendo il controllo su una di esse con la forza. La settima forma era quella usata dagli allievi oscuri, dato che il suo utilizzo richiedeva aggressività, e attacchi violenti; tale forma era indispensabile in caso di utilizzo di doppia lama. Per la sua violenta applicazione la forma fu bandita dal consiglio jedi. Le forme persero pian piano importanza e venivano tenute conte solo alcune volte, pian piano si evolsero, consentendo nuove applicazioni personali (Windu riuscì a usare una settima forma "controllata").

Nel dettaglio, vi sono le 7 forme principali di combattimento con spada laser:

Dettagli costruttiviModifica

La spada laser è composta da un corto tubo metallico lucidato (30 centimetri) che emette un fascio di anti-protoni puri che costituisce la lama della spada. Tutte le spade laser contengono alcuni componenti base:

  • Una impugnatura
  • Un pulsante di attivazione
  • Un interruttore di sicurezza
  • Una matrice di emissione
  • Una lente
  • Un cristallo
  • Un regolatore di lunghezza della lama (solo nelle spade laser a doppia fase)
  • Una batteria
  • Un condotto di potenza
  • Una presa di ricarica
  • Un anello per la cintura (opzionale)

Le spade laser sono alimentate da un convogliatore di energia formato da un circuito e da un cristallo focalizzatore, che si trova solo in natura sul pianeta Ilum, mentre prima dell'anno 1.000 BBY i Jedi cercavano i cristalli sul pianeta Russan. Purtroppo sono poi stati presi più cristalli del necessario col passare del tempo e si è finiti per avere molti cristalli in giro per la galassia che non venivano usati per le spade laser. I cristalli vengono raffinati troppo assumono un colore bianco ma non simile al color argento come la spada laser di Claver Vert. Finché i Jedi mantenevano controllata la presenza dei cristalli, i Sith usavano cristalli sintetici che generavano una lama rossa. Alcuni Jedi caduti potenziavano spesso le loro spade, riutilizzando il cristallo della loro vecchia arma. In Shadows of the Empire, Luke Skywalkercostruisce una spada laser dalla lama verde con un cristallo sintetico ampliando così la tecnica Sith che dava solo lame rosse. Le lame verdi possono comunque essere facilmente create usando i cristalli del pianeta gassoso Yavin.

La Spada Laser a Doppia Fase usa cristalli di differente livello di potenza. Ci sono dei cavi elettrici che vanno alla cella di diatium, ognuno attaccato come fonte di energia alla spada laser. Il regolatore di lunghezza della lama è semplicemente una rotella che allinea i cristalli, modificando la lunghezza e il colore dalla spada laser. Usano questa spada Anakin Skywalker, Micah Giiett, Gantoris, e Corran Horn.

La Spada Laser a Doppia Lama o Bastone Laser è formata da due lame, come detto in precedenza e può essere anche a Doppia Fase.

Quando viene attivato il pulsante, la cella interna di alimentazione crea un'energia fotoelettrica e la lama viene focalizzata per via del cristallo. Un piccolo fascio parallelo di anti-protoni compare quando viene dato il comando che può essere di una, due o tre multi-faccettature dei cristalli. Il pulsante di attivazione forma una colonna di cariche positive generata da un pacchetto di energia anti-protoni di una lunghezza fissata. Gli anti-protoni vengono trattenuti da un campo di energia di contenimento, per mezzo di cariche negative. I pacchetti di anti-protoni vengono riciclati per creare un aumento della lama usando un superconduttore. Il processo è completamente autorigenerativo. In realtà gli antiprotoni sono caricati negativamente quindi l'impugnatura dovrebbe essere carica negativamente, e dovrebbero essere attratti indietro usando un flusso di apertura ad alta energia caricato positivamente.

Il tipico disegno dell'impugnatura è in genere un tubo dritto. Il Conte Dookupreferiva invece un'impugnatura ricurva, più adatta al suo stile di combattimento. Inoltre, secondo il romanzo Io, Jedi dell'universo espanso di Guerre Stellari, ci furono ad un certo punto dei miti secondo cui la spada laser era alimentata dalla connessione dello Jedi con la Forza. Comunque, registrazioni conservate da Rostek Horn, nonno di Corran Horn, indicano che la Forza è usata solo alla fine della costruzione. Una volta che tutti i pezzi sono assemblati, lo Jedi usa la Forza per fonderli ad un livello molecolare o inferiore, ottenendo un'efficienza senza pari. Questa efficienza è ciò che permette alla lama di rimanere accesa ed attiva per lunghi periodi di tempo. L'unica vera perdita di energia si ha quando la lama entra a contatto con qualcosa.

Talvolta determinati eventi richiedono un cambio nell'arma preferita dallo Jedi. Uno Jedi può modificare la spada laser o costruirne una nuova che corrisponda a quanto richiede la situazione contingente, come per Mace Windu e la sua spada laser dopo la Battaglia di Naboo. È comunque un evento non rivelato quello che gli fa costruire una nuova spada laser nei dieci anni che separano La minaccia fantasma dall'Attacco dei cloni.


Concordanza di lealtàModifica

"Maestro Eeth Koth, ho qualcosa da restituirvi. È il frutto delle vostre mani che un tempo mi affidaste. Restituendo questa spada laser, vi restituisco la fiducia"
Mace Windu

La tradizione Jedi di affidare la propria spada laser ad un altro membro dell'ordine è detta "Concordanza di lealtà". Questo scambio rappresenta un legame tra compagni della Forza e impartisce un senso di supporto in battaglia. Un Jedi è onorato da questo gesto di un amico rispettato.

Le spade laser nella realtàModifica

Gli effetti originali nei film venivano costruiti tramite cilindri flash da videocamera. Gli effetti di accensione della spada venivano creati con l'intenzione di creare un effetto di lampeggiamento. La lama era formata da tre lati e ricoperta con una patina di ritroriflettore - lo stesso tipo usato per i cartelli stradali. Una lampada veniva messa sul lato della camera e riflesso verso il soggetto tramite un vetro piegato a 45 gradi, così la lama sembrava lampeggiare se vista dalla videocamera. Un motore nell'elsa faceva roteare la lama in modo che una superficie riflettente si presentasse sempre diretta alla camera. Questo creò anche il familiare sfarfallio. In definitiva il processo diede risultati non soddisfacenti e l'animazione fu utilizzata per aumentare la luminosità delle spade. Fu a questo punto che venne presa la decisione artistica di assegnare colori differenti alle spade.

Per L'Impero colpisce ancora le spade delle spade laser erano dei semplici bastoni bianchi e l'effetto incandescenza fu ottenuto interamente grazie all'animazione, con un speciale tecnica chiamata rotoscoping nella quale si disegna direttamente sulla pellicola in modo da mantenere la precisione.

Per il Il ritorno dello Jedi ed i film successivi le else erano fatte su misura in alluminio e bastoni in carbonio venivano utilizzati al posto delle lame incandescenti come referenza nelle scene di combattimento. Per i primi due prequel si passò ad impugnature in resina a prova di stunt e tubi in alluminio. Per La vendetta dei Sith l'alluminio fu sostituito da una mistura in fibra di carbonio specificamente creata per la produzione.

Nella trilogia originale l'effetto incandescenza era un'animazione disegnata a mano e sovrapposta al film, nei successivi prequel le lame erano create digitalmente. Molti hanno commentato che le spade laser nell'edizione DVD sono più brutte che nella versione originale, una sfortunata conseguenza dell'avanzato algoritmo di remastering utilizzato per pulire il film al momento della pubblicazione digitale. Un'autentica gaffe degli effetti speciali era il fatto che il colore della spada laser di Luke a bordo del Millennium Falcon in Episodio IV fosse verde (invece che blu).

I bastoni sono in alcuni casi causa di errori in quanto proiettano ombre sui pavimenti mentre delle lame di energia non dovrebbero farlo.

Il caratteristico suono era ovviamente aggiunto in post produzione dal team degli effetti special. All'inizio delle riprese di La minaccia fantasma Ewan McGregor si mise a cercare di ricreare il suono a voce tanto da rendere necessario chiedergli di lasciare questo compito ai professionisti. Liam Neeson e Hayden Christensen fecero lo stesso. Il suono della spada laser è una combinazione del rumore della luce di un proiettore cinematografico e dell'interferenza di un televisore su di un cavo audio non schermato.


Jedi e Sith famosi e le loro spade laserModifica

Spade laser in altri contestiModifica

  • In tutte le serie di Gundam, spade ad energia e numerose varianti (scudo, katana, ascia etc.) sono tutte armi da mischia utilizzate dai Mobile Suit. A volte queste spade posso essere dei raggi. Questo è possibile contenendo particelle energizzate (in UC Gundam, particelle minovsky, lo stesso tipo usato nei cannoni ad energia) in un campo di energia (in UC Gundam il campo-I, lo stesso usato per bloccare gli attacchi). Ecco perché è impossibile danneggiare una spada laser con un'altra spada laser.
  • In "Deus Ex", il protagonista, come tanti Men in Black, può utilizzare come arma una spada laser chiamata Dente di Drago.
  • Nel sequel di "System Shock", il protagonista puo usare una spada laser chiamata laser rapier.
  • Zero, il protagonista della serie Capcom "Mega Man X", impugna una spada laser chiamata 'Beam/Z Saber'; successivamente, nel sesto episodio della serie, ne ha una simile anche l'altro protagonista.
  • La serie di videogiochi Nintendo, "Super Smash Bros." contiene, come oggetto/arma una 'Beam Sword', che somiglia ad una spada laser. La 'Beam Sword' aveva un suono simile a quello di una spada laser, finché questo non fu modificato per paura di azioni legali contro Nintendo.
  • L'eroe della serie animata Ulysses 31 impugna una pistola laser/lama di energia (utile per alternare combattimento ravvicinato e su lunga distanza)
  • In Halo 2, il giocatore impugna una spada laser conosciuta come Plasma Energy Sword utilizzata unicamente dagli Elite Covenant in Halo: Combat Evolved.
  • Nel gioco Silent Hill 3, una delle armi bonus che Heather può trovare è chiamata "Beam Saber", sostanzialmente una spada laser con una lama giallo-verde.
  • In Guardian Legend, il protagonista (conosciuto come "Guardiano della Terra") può ottenere un aggiornamento (chiamato "saber-laser")che rimane attivo finché si hanno power chips a disposizione. Successivamente, è resa disponibile una versione di questo aggiornamento equipaggiata con due lame e conosciuta come "Cutter Laser".
  • In Phantasy Star Online la maggior parte delle armi hanno lame a fotoni. Soprattuto la spada, che somiglia ad una normale spada laser, e la versione a doppia lama identica ad una spada laser a due lame. Esse utilizzano vari colori, e possono essere trovate in diverse forme e dimensioni.
  • Nel cartone del 1980 'Thundarr il Barbaro', Thundarr impugna la 'favolosa Spadasolare'.
  • Nel gioco 'Final Fantasy VI' può essere ottenuta un'arma chiamata "Atma Weapon". Si tratta di una spada la cui lama splende di un colore blu, tanto più intenso quanto è maggiore la forza del possessore. Nel poema epico indù "Bhagavad-Gita", la parola "atma" o "atman" si riferisce all'anima o spirito di qualcuno. Un cittadino nel gioco sostiene che l'arma cambia e si adatta allo spirito del possessore.
  • Nel gioco Kingdom Hearts Final Mix e in Kingdom Hearts 2 Xemnas, il Capo della XIII Organizzazione usa due spade laser rosse.
  • Nel gioco Final Fantasy 7 Dirge of Cerberus, Shelke, una Deep Ground Soldier, utilizza due spade laser collegate con una specie di 'filo laser' che fanno un rumore molto simile a quello originale lucas.
  • Nella serie animata "Naruto" il maestro Aoi usa contro Naruto e Sasuke una spada laser gialla, dalla forma diversa, i cui effetti sonori sono identici alla spada laser verde che Luke impugna ne "Il ritorno dello jedi". Questa spada laser non taglia tutto e non è nemmeno indistruttibile, tant' è che Naruto riesce a distruggerla.
  • Nel videogioco 'Sacred' esiste una quest secodaria del personaggio del serafino che porta a recuperare una arma detta sciabola magica di luce (magical lightsaber). L'arma è una spada laser e quando la si usa sono stati riprodotti gli effetti sonori dei film. Inoltre insieme alla spada si trova un diario che sembra impicare che i serafini siano in realtà soldati clone.
  • Nella serie di videogiochi "Mortal Kombat",i cyborg Sektor e Cyrax utilizzano delle armi molto simili a delle spade laser,chiamate Pulse Blades.
  • Nella serie animata "Bleach" Uryu Ishida, un quincy, utilizza la "Seele Shneider", un'arma simile ad una spada laser , formata da particelle spirituali che ruotano lungo la lama a velocità elevata rendendo l'arma simile ad una motosega, tuttavia l'arma è in realtà una freccia ,utilizzabile con un arco spirituale quincy.

Link esterni Modifica

WP Spada laser su Wikipedia

Nella rete di Wikia

Wiki a caso