FANDOM


Eras-legends30px-Era-impArticoloCompleto30px-Migliori

Sio Bibble
Sio Bibble
Informazioni biografiche
Pianeta madre

Naboo

Descrizione fisica
Specie

Umano

Sesso

Maschio

Altezza

1,7 m

Colore capelli

Castani, dopo bianchi

Colore occhi

Verdi

Informazioni cronologiche e politiche
Era/e

Era dell'Ascesa dell'Impero

Affiliazione/i

Sio Bibble era il governatore di Naboo e il capo del Consiglio Consultivo Reale di Naboo. Servì prima sotto il Re Ars Veruna e fu molto scettico riguardo al suo possibile successore, Padmé Amidala. Quando Veruna abdicò però Bibble cambiò lentamente opinione su Amidala, diventando alla fine un suo sostenitore. 

Negli anni a seguire la Federazione dei Mercanti creò un blocco intorno a Naboo protestando per la tassazione delle rotte commerciali imposta dalla Repubblica. Il Capitano Panaka, il capo delle guardie della Regina, chiese allora di ricevere maggiori armamenti per i Naboo ma Bibble gli impedì di presentare la richiesta al Senato. Successivamente la Federazione invase il pianeta e arrestò Bibble, la Regina e gli altri membri del Consiglio Consultivo. Mentre la Regina riuscì a fuggire insieme a due Cavalieri Jedi Bibble decise di rimanere su Naboo per parlare per il suo popolo. Bibble riuscì ad organizzare uno sciopero della fame degli abitanti di Theed che suscitò l'ira del Viceré della Federazione dei MercantiNute Gunray. Alla fine la Regina Amidala tornò e stringendo un'alleanza col Boss dei GunganRugor Nass, riuscì a liberare Naboo dalla Federazione. 

Bibble continuò a servire il successore di Amidala, la Regina Jamillia, fino alle Guerre dei Cloni. Durante il conflitto Jamillia fu succeduta da Neeyutnee e lei da Apailana e Bibble continuò a prestare servizio sotto entrambe.

Biografia

Governatore

Sio Bibble, nativo di Naboo, spese gran parte della sua vita da adulto ad insegnare filosofia a una delle rinomate università del pianeta. Successivamente fu eletto Governatore durante il regno di Ars Veruna. Era inoltre un membro del Consiglio Consultivo di Naboo e del Consiglio Governativo di Naboo. In qualità di governatore Bibble aveva il compito di controllare le questioni da sottoporre all'attenzione del Re o della Regina. In quanto membro del Consiglio Consultivo doveva invece avere a che fare con i rappresentanti regionali e con i governatori delle singole città a proposito di faccende quotidiane. Bibble era molto critico sull'operato di Veruna, e lo divenne ancora di più quando il Re cadde sotto l'influenza del Senatore Palpatine. Bibble era soprattutto contrario al fatto che la diretta politica di Veruna si andava spostando da Naboo alla Galassia in generale.

BibbleLago

Bibble caccia Ian Lago

In qualità di ufficiale Bibble si presentò con Padmé Amidala, la Principessa di Theed, durante una sua apparizione pubblica sui gradini del Palazzo Reale di Theed. Il governatore comunque non la supportò nella sua campagna elettorale come sovrana del pianeta. Nonostante la sua opposizione Bibble preparò Amidala alla successione di Veruna quando questo si apprestò ad abdicare. Mentre svariate persone si occupavano di Amidala per la sua futura incoronazione un giovane, Ian Lago, figlio del consulente di Veruna Kun Lago, "affrontò" la futura Regina e le rivelò il suo amore. Bibble si vide allora costretto a chiedergli ripetutamente di andarsene a causa dell'incoronazione imminente e Lago fu cacciato dalle guardie. Quella stessa notte Veruna abdicò formalmente e Amidala venne eletta Regina di Naboo. Bibble rimase governatore per la sua esperienza politica e il suo intelletto. L'opinione del governatore su Amidala col tempo mutò e alla fine divenne uno dei più grandi sostenitori.

L'incidente alla stazione TFP-9

Nel 33 BBY la Stazione TFP-9, situata all'estremo del sistema Naboo, fu attaccata da una banda assunta da un gruppo di pirati. Bibble, ricoprendo il ruolo di Ufficiale della Sicurezza, diede istruzione allo Stormo Echo e allo Stormo Bravo affinché fermassero le canaglie prima che distruggessero la stazione. Durante la successiva battaglia sette piloti dello Stormo Echo vennero uccisi e uno dei pirati, un Naboo di nome Dren Melne, disertò dalla banda per tornare dai suoi compatrioti. Melne disse di essere stato assunto dagli Agamariani per catturare almeno due caccia stellari N-1 del Corpo di Caccia Spaziali Reale Naboo. I Naboo riuscirono comunque a difendere la stazione dagli attaccanti e questi per ripicca uccisero Melne, cercando di attirare i caccia lontano dalla TFP-9.

Il Governatore Challep di Agamar negò un coinvolgimento del suo popolo nell'accaduto ma nonostante ciò Bibble e la Regina inviarono la delegazione senatoriale di Naboo ad investigare. I rappresentanti di Naboo scoprirono che Agamar stava acquistando numerose tecnologie belliche da vari acquirenti, tra cui droidi caccia da Xi Char. Scoprirono inoltre un trasferimento di mille crediti dal conto di Melne di Ord Mantell a quello di Selton, ma non riuscirono a scoprire la provenienza del denaro. Le autorità si rifiutarono inoltre di collaborare coi Naboo.

Ric Olié, il comandante del Corpo di Caccia Spaziali, ed Essara Till, un pilota della Squadriglia Echo, furono convocati all'ufficio di Bibble cinque giorni dopo l'attacco alla stazione e Olié riferì che Agamar aveva recentemente richiesto più volte di acquistare caccia N-1 o N-X. Bibble e il Consiglio di Naboo rifiutarono però ogni richiesta. Il Governatore cercò allora di scoprire un'eventuale connessione tra Melne e gli Agamariani, al ché Olié disse che molti mercenari lavoravano per essi per qualche tempo durante la loro carriera e Till confermò la proposta del comandante in quanto lei stessa aveva lavorato per Agamar per un po' di tempo. Bibble rimase piuttosto deluso e non informò neanche Amidala per la mancanza di sviluppi.

L'invasione di Naboo

"Il blocco delle comunicazioni può significare una sola cosa: invasione!"
―Sio Bibble[src]

Nel 32 BBY una flotta di incrociatori della Federazione dei Mercanti sotto il comando del Viceré Nute Gunray pose un blocco intorno a Naboo come protesta per la tassazione delle rotte commerciali da parte del Senato. Col pianeta minacciato il Capitano Panaka, il capo della scorta della Regina, chiese il permesso di richiedere maggiori armamenti per Naboo, ma Bibble si oppose essendo un filosofo e un pacifista. Allora Amidala, Bibble e Panaka contattarono il Senatore Palpatine per informare il Senato sulla situazione su Naboo, e lui rispose che avrebbe fatto in modo che la Repubblica intervenisse. Il Cancelliere Supremo Finis Valorum in risposta inviò due ambasciatori Jedi sulla nave ammiraglia di Gunray, la Saak'ak, sperando di raggiungere un accordo.

Quando però Amidala contattò il Viceré dopo il supposto arrivo dei Jedi, egli rispose di non aver ricevuto in visita nessun ambasciatore. La Regina e il Consiglio Consultivo chiamarono allora nuovamente Palpatine per sapere cosa stesse accadendo e lui sorpreso rispose che Valorum aveva riferito che gli ambasciatori erano stati inviati. Prima però che il Senatore potesse continuare la conversazione il suo ologramma tremolò e scomparve. Amidala volle sapere cosa stesse sapendo e mandò un uomo di Panaka a controllare la torre di comunicazione del palazzo, ma Bibble intanto aveva già tratto le sue conclusioni: un blocco delle comunicazioni significava un invasione imminenti da parte della Federazione dei Mercanti. Amidala non era però di quel parere e pensava che c'era ancora la soluzione della diplomazia, ma Bibble prontamente le ricordò che non potevano più comunicare. Il Governatore si chiedeva ancora inoltre che fine avessero fatto gli ambasciatori del Senato. Panaka ricordò invece alla Regina che le Forze di Sicurezza non avrebbero mai potuto competere con l'esercito della Federazione, ma lei continuò ad opporsi all'entrata in guerra.

L'occupazione di Theed

Come previsto da Bibble l'invasione era in corso e un'Armata Droide stava marciando a Theed. Bibble, Amidala e Panaka vennero arrestati e Gunray in persona si incontrò con loro dando ordine di portarli fuori dal Palazzo. Bibble chiese allora al Viceré come avrebbe spiegato la situazione al Senato e quello rispose che sarebbe riuscito a convincere la Regina a legittimizzare l'occupazione facendola assistere alla sofferenza del suo popolo. A quel punto ad Amidala, Bibble, Panaka vennero unite le Ancelle reali e alcune Guardie del Palazzo e il gruppo fu diretto verso il Campo Quattro.

Mentre il gruppo veniva condotto per le strade di Theed davanti ad essi si pararono due Cavalieri Jedi e un Gungan . I Jedi si sbarazzarono in fretta dei droidi della sicurezza e il più anziano dei due, Qui-Gon Jinn, disse al gruppo di seguirli fuori dalla città. Jinn e il suo padawanObi-Wan Kenobi, rivelarono di essere gli ambasciatori mandati da Valorum e Bibble scherzò dicendo che i loro negoziati dovevano essere andati storti, e Jinn rispose allora che non erano neanche iniziati. Jinn volle allora contattare la Repubblica, ma Panaka spiegò che le comunicazioni erano state bloccate dalla Federazione, così il gruppo si aprì una strada verso l'Hangar di Theed cercando una nave per raggiungere Coruscant.

Nell'hangar Jinn propose ad Amidala di accompagnare lui e il suo padawan su Coruscant ma lei rifiutò volendo stare col suo popolo. Il Jedi provò a spiegarle che il Viceré l'avrebbe fatta uccidere dopo gli ultimi avvenimenti, ma Bibble non concordava cogli ambasciatori credendo che la Federazione non avrebbe osato farle del male. Anche la Regina e Panaka concordarono col Governatore ma Jinn continuò a sostenere la sua idea. Insistendo il Jedi riuscì a convincere Bibble che spiegò alla Regina che l'aiuto del Senato era la loro unica speranza e che Palpatine aveva bisogno di lei. Anche se insicura la Regina seguì i Jedi e il Gungan sull'astronave reale insieme a parte della sua scorta. Alcuni soldati e ancelle rimasero invece con Bibble, il quale aveva deciso di rimanere a Naboo per rappresentare il suo popolo e cercare di trattare con Gunray.

Nel tentativo di localizzare Amidala lo Zabrak Darth Maul, un Signore dei Sith che lavorava per la Federazione, inviò un messaggio usando il codice di Bibble in cui riferiva che la situazione su Naboo stava diventando catastrofica. La comunicazione fu ricevuta dalla nave di Amidala e lei rispose prontamente, rivelando così a Maul di trovarsi sul pianeta Tatooine

Successivamente Bibble fu ri-catturato dalla Federazione e decise allora di protestare iniziando uno sciopero della fame. Molti altri seguirono il suo esempio e di conseguenza il Governatore fu portato da Gunray. Il Viceré disse di essere seccato e ricordò a Bibble la sua posizione. In risposta Bibble attaccò Gunray provocandolo e dichiarando che il popolo di Naboo faceva parte di una democrazia. Bibble venne cacciato e tempo dopo la Regina tornò senza aver ricevuto aiuto dal Senato ma con l'alleanza del Boss Rugor Nass e i suoi Gungan.

Nass mandò il Grand'Esercito Gungan ad affrontare in campo aperto l'Armata Droide della Federazione e con lo sforzo di Gungan, forze della sicurezza di Theed e Jedi Naboo venne liberato. Gunray fu arrestato e alcuni giorni dopo la sconfitta della Federazione Bibble partecipò al Funerale di Qui-Gon Jinn e alla successiva parata per festeggiare la vittoria di Naboo, aiutando Amidala nell'offrire il Globo della Pace a Nass.

Dopo l'invasione

Bibble rimase indignato del fatto che il processo di Gunray finì col farlo rimanere Viceré della Federazione dei Mercanti. Finito il mandato reale di Amidala la successe in trono Jamillia, sotto la quale Bibble mantenne la sua posizione temendo che con l'inizio della Crisi Separatista la galassia sarebbe entrata in uno stato di guerra. 

Amidala, ormai Senatrice, tornò a Naboo nel 22 BBY in compagnia del padawan Jedi Anakin Skywalker dopo aver rischiato di venir assassinata da un cacciatore di taglie. La coppia si incontrò con Bibble e Jamillia nella sala del trono. Bibble, Amidala e Jamillia discussero a proposito della Crisi Separatista e successivamente la Regina si occupò della sicurezza della Senatrice. Dopo una breve discussione si decise che i due sarebbero andati nella Regione dei Laghi.

Le predizioni di Bibble si dimostrarono fondate, infatti quello stesso anno scoppiarono le Guerre dei Cloni sul pianeta Geonosis. La guerra arrivò anche su Naboo quando le Forze di Sicurezza individuarono un gruppo di esploratori droidi nelle Paludi orientali. Dopo essere venuto a sapere dell'accaduto, Bibble parlò con la Regina Neeyutnee, il successore di Jamillia, a riguardo di una possibile nuova invasione. Venne allora mandata la Senatrice Amidala ad indagare e si scoprì così un laboratorio Separatista, che fu netrualizzato dai Generali Jedi Obi-Wan Kenobi e Anakin Skywalker insieme ai loro cloni soldato.

Bibble partecipò al Festival della Luce, la celebrazione dell'unione di Naboo alla Repubblica, e fu presente durante un attacco di cacciatori di taglie allo scopo di rapire il Cancelliere Supremo Palpatine, presente come oratore. Bibble fu condotto in salvo insieme ad altre persone dalla padawan Jedi Ahsoka Tano e la Repubblica riuscì a catturare i cacciatori di taglie.

Quando le Guerre dei Cloni finirono nel 19 BBY, Amidala fu uccisa da Anakin Skywalker. Il suo corpo fu riportato a Naboo per la sepoltura e Bibble partecipò al funerale a Theed.

Personalità e caratteristiche

Sio Bibble era un uomo schietto e non si faceva problemi ad esporre la sua opinione. Odiava qualsiasi forma di violenza, dichiarando di non aver mai impugnato un'arma nella sua vita, e diceva inoltre di essere più sapiente di un semplice soldato. Era molto intelligente ed era visto come un erudito e un filosofo. Saltava subito alle conclusioni ed era gravemente irritato da eventi inconcepibili. Era spavaldo anche in situazioni di pericolo, come dimostrò frontaggiando Gunray a faccia a faccia durante l'invasione di Naboo. Ogni tanto dissentiva dal Capitano Panaka ma metteva al primo posto la sicurezza della Regina. Bibble disse la sua opinione su molti argomenti, tra cui la Crisi Separatista e il processo di Nute Gunray, dimostrandosi spesso accanito nel sostenere la sua tesi. Amidala si fidava molto di lui e contava sul suo aiuto, specialmente nel momento del bisogno.

Comparse

Wiki
La Javapedia ha 2 immagini correlate a Sio Bibble.

Fonti

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale