Fandom

Javapedia

Secondo Grande Scisma

4 110pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Comments0 Condividi

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Il Secondo Grande Scisma, conosciuto anche con l'appellativo di Cento Anni di Oscurità, iniziò come conflitto nel 7.003 BBY, finendo appunto circa un secolo dopo nel 6.900 BBY. In esso un gruppo di Jedi Oscuri creò un grande esercito per combattere i loro fratelli nemici e la Repubblica Galattica. Essi, infine, persero la guerra, ma prima della battaglia finale e della loro disfatta, conquistarono Korriban, pianeta sul quale nacque l'Ordine dei Signori dei Sith.


Indice

  1. Inizi
  2. Guerra
  3. Esilio
  4. Il Nuovo Mondo

Inizi

Il Secondo Grande Scisma iniziò con la formazione di una ristretta setta di Jedi, i quali cominciarono a scoprire antiche ed maggiormente estese vie alla Forza. Attraverso tale nuovo apprendimento, questi Cavalieri capirono che la Forza era in grado di plasmare la vita in sè stessa, così, con i loro nuovi poteri, essi plasmarono la biologia creando delle nuove specie, predatori piegati alla loro volontà. Capirono che con quel potere persino la morte poteva essere sconfitta e i mondi oramai decaduti potevano tornare a vivere. Gli altri Jedi però guardavano quel potere con stupore e con sospetto, sicuri in sè stessi che prima o poi sarebbe stato usato per fini depecabrili. I primi ribelli, le Legioni di Lettow, erano stati sconfitti durante il Primo Grande Scisma, eppure qualcosa di essi sopravvisse e si preparò ad una seconda grande ribellione, guidata da Jedi Canaglia come Ajunta PallXoXaan e Karness Muur

Sebbene non fossero ancora dei veri Sith, i nuovi ribelli cominciarono la guerra guidati dalla Passione, punto centrale del culto sith. Mossi dalla convinzione di proteggere il loro nuovo potere acquisito, la setta tentò di convincere gli altri Jedi che quella via avrebbe portato vero la vita eterna e la beatitudine galattica. Gli altri però non si convinsero e, anzi, presero le distanze dalla linea della setta. Dato dunque che ognuno credeva di portare avanti la via giusta, la discussione crollò nel conflitto armato. Il Consiglio Jedi promulgò così l'esilio per i maestri della setta ed i loro apprendisti. La guerra era solo all'inizio e si sarebbe protatta per più di un secolo. 


Guerra

Ritiratisi dal mondo centrale dei Jedi conosciuto come Tython, essi cominciarono a creare un esercito animale composto da abomini del Lato Oscuro. Le prima forme degli Zombie di Korriban ebbero luogo nelle prima fasi della guerra, ma questi esseri furono distrutti facilmente dalle capacità e dal potere degli Jedi. Nonostante ciò, la setta rifiutò di arrendersi e cominciarono mortali duelli con i loro odiati fratelli che si ripresentarono in numerose battaglie. 

Durante la guerra, gli Jedi costruirono il Prisma, una sorta di prigione della quale erano a conoscenza solamente i membri del Consiglio Jedi. 

Nella seconda metà della guerra, la setta si trovò improvvisamente in uno stato di disperazione. Gli Jedi esiliati sapevano di essere inferiori nel numero e non riuscivano a vedere una singola via verso la vittoria. Ma la passione tipica della setta li portò a rifiutare ancora una volta di arrendersi. Con l'aiuto di creature mostruose conosciute come Leviathan, i Jedi Oscuri scoprirono un nuovo vigore in battaglia. I loro avversari fuggivano terrorizzati dalle capacità dei Leviathan, i quali succhiavano la loro forza vitale grazie alle bolle trappola che si trovavano sule loro schiene. Comunque, le forze combinate dei Jedi riuscirono a respingere gli esiliati. L'ultima resistenza degli Jedi Oscuri si riunì a Corbos. Qui, sotto i continui bombardamenti degli Jedi e della Repubblica, essi infine si arresero. 


Esilio

Dopo la loro sconfitta, i Jedi Oscuri andarono a rinfoltire le fila dell'esercito repubblicano. Spogliati di armi ed armature, furono alla mercè della giustizia della Repubblica. Sebbene i senatori della Repubblica volessero un'espulsione pubblica, l'ordine dei Jedi era incline più a bandire i loro nemici nell'anonimato, nella remota speranza che, prima o poi, avrebbero capito il loro errore. Gli Esiliati, così erano riconosciuti all'interno della Repubblica, furono ammassati su navi disarmate e spediti sulla superficie di un mondo sterile. Molti guerrieri li accompagnarono, sicuri che i Jedi Oscuri abbandonassero definitivamente lo spazio appartenente alla Repubblica. La Guerra finiva finalmente e gli Jedi conobbero il loro Secondo Grande Scisma.


Il Nuovo Mondo

Dopo esser fuoriusciti dall'iperspazio, gli Jedi Oscuri naufragarono su un mondo sconosciuto ed inesplorato. Essi si stupirono nello scoprire come il mondo fosse abitato da una specie umanoide, la quale chiamava sè stessa Sith. Hakagram Graush, il supremo Re dei Sith, o Sith'ari, fu scioccato dall'arrivo degli stranieri, ma quando osservò il loro grande potere e le loro infinte capacità, decise di accoglierli al meglio nel suo mondo. Sfortunatamente per lui, quella scelta non fu altro che l'inizio della propria caduta. 

La setta ribelle Sith'ari, conosciuta come Shadow Hand (Mano Oscura), cospirò insieme ai nuovi giunti, tradendo il loro Re per appoggiare i Jedi Oscuri. Con le loro capacità, questi ultimi stupirono talmente tanto i Sith che, questi, elevarono il loro status da uomini a vere e proprie divinità di Korriban, eleggendoli di fondo a nuovi signori del pianeta. Fu così che il più potente tra gli Jedi Oscuri, Ajunta Pall, divenne il primo Signore Oscuro dei Sith della storia galattica. 

Comunque, alcuni Jedi Oscuri non erano soddisfatti di essere semplicemente i signori di un mondo disperso nello spazio e raccolsero le proprie forze. Alcuni di loro tornarono nei territori della Repubblica e attaccarono i Jedi. Credevano di avere finalmente il potere necessario per distruggere l'ordine dei Jedi e per divenire i signori dell'universo, ma, ancora una volta, essi erano in errore. Infatti, le loro maldestre e premature incursioni non fecero altro che mettere la Repubblica in uno stato di allerta, il che attirò troppe luci sulla rinascita del movimento oscuro degli Esiliati. 

Ora i Jedi Oscuri erano conosciuti come Sith, termine che non apparteneva più agli abitanti di Korriban, mondo dove il Lato Oscuro accellerò incredibilmente l'evoluzione culturale e tecnologica degli indigeni. Erano solo dei primitivi quando i Jedi Oscuri giunsero sul loro pianeta; ora vestivano tuniche elaborate e costruivano immensi templi per i loro signori, compresa la famosa Valle dei Signori Oscuri.

Inoltre su Fandom

Wiki a caso