Fandom

Javapedia

Saesee Tiin

4 108pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Comments0 Condividi

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Il soggetto di questo articolo fa parte del brand "Legends".Il soggetto di questo articolo appare nella Era dell'Ascesa dell'Impero.Il soggetto di questo articolo appare nella Era della Ribellione.

{{{nome}}}


MonMothma.jpg Questo articolo riguardante un personaggio è per ora soltanto un abbozzo.

Ampliandolo aiuterai a migliorare la Jawapedia.

Tiin era il Padawan del Maestro Omo Bouri. Bouri era responsabile in parte per la devozione che Tiin mostrava verso i Jedi. Tiin era un gran combattente con spada laser, ma il suo vero talento era nelle sue abilità di pilota. Combinando le sue abilità telepatiche e le sue abilità nella Forza, Saesee era un pilota impressionante.

Nonostante l'importanza del suo Maestro, Tiin non accettò mai un proprio Padawan, rendendolo uno dei pochi Maestri promossi a quel grado senza averne addestrato uno. Nel 44 BBY, Tiin era arrivato sul Consiglio Jedi come membro a lungo termine, anche se alcuni dei suoi pari si domandavano in segreto cosa potesse fare sul Consiglio un uomo così silenzioso. Sembrava che la morte del suo mentore avesse profondamente colpito Tiin, anche se in seguito il Maestro lo visità sotto forma di Fantasma di Forza. Anche se nelle camere del Consiglio era silenzioso, Saesee diede prova delle proprie abilità sul campo di battaglia, come dimostrato nella Guerra Iperspaziale Stark.

Nel 32 BBY, Tiin supportò la decisione di ammettere il giovane Anakin Skywalker nell'Ordine Jedi, e aveva un occhio di interesse verso le capacità di meccanico del bambino. Andò a Naboo per assistere al funerale di Qui-Gon Jinn e prese il comando per l'investigazione riguardo alla presenza dei Sith.

Partecipò alla Battaglia di Geonosis nel 22 BBY, ed era stato riportato, per errore, come ucciso nel conflitto. Con l'inizio delle Guerre dei Cloni Tiin prese il ruolo di Alto Generale Jedi, comandando sia forze di terra che forze aeree. Anche se era dotato, Tiin non ne uscì completamente indenne: una uscita ad alta quota dalla sua nave gli fece rompere un corno. Quando la guerra arrivò anche al suo pianeta natale, combatté al fianco di Mace Windu per sconfiggere l'armata dei droidi. I due continuarono a lavorare assieme per infiltrarsi nella Stazione Rig, e con l'assistenza di Kit Fisto e Agen Kolar, posero fine agli attacchi di Crimson Nova contro i Jedi.

Tiin preferiva combattere la guerra con poche restrizioni, ed era d'accordo nel sostenere i metodi non ortodossi dei Jedi come Skywalker e Quinlan Vos. Durante la seconda battaglia di Coruscant, Tiin comandò una squadra di ARC-170 starfighter nella battaglia in orbita aerea tra la Repubblica e la Confederazione dei Sistemi Indipendenti.Quando un Distruttore di classe Providence andò in collisione contro la sua nave Impavid atterrò sul Distruttore Stellare ormai distrutto alla testa dei suoi Clone Trooper per cercare di arrivare sul Prosperous. Con una tuta spaziale specializzata e la sua spada laser Tiin aprì un varco nella piana d'atterraggio della nave, riuscendo a sorprendere i pochi droidi e a prenderne il controllo.

Con la morte del Generale Grievous, Tiin accompagnò Kit Fisto, Agen Kolar e Mace Windu nella sala del Supremo Cancelliere, per arrestare Palpatine, il Signore Oscuro dei Sith. Tiin non era preparato all'attacco improvviso del Signore Oscuro dei Sith e venne ucciso poco dopo Kolar.

Inoltre su Fandom

Wiki a caso