Wikia

Javapedia

Naboo

Commenti0
2 142pagine in
questa wiki
Naboo
Naboo
Astrografia
Regione

Territori dell'Orlo Esterno

Settore

Arkanis

Sistema

Naboo

Soli

1: Naboo

Lune

3:*Ohma-D'un

Distanza dal Nucleo

34,000 anni luce

Info fisiche
Classe

Terrestre

Diametro

12,120 km

Atmosfera

Respirabile

Clima

Temperato

Gravità

90% standard

Terreno principale
  • Colline
  • Foreste
  • Montagne
  • Paludi
Specchi d'acqua

5%

Punti d'interesse
Fauna nativa

Fambaa

Info politiche
Specie native
Specie immigrate

Umani

Linguaggio/i

Gungan

Popolazione

4,5 miliardi

Città maggiori
Maggiori importazioni

Tecnologia, generi alimentari

Maggiori esportazioni

Arte

Affiliazioni
Naboo è un pianeta che si trova nel sistema naboo del Settore Chommel localizzato nell'Orlo mediano della Galassia. E' popolato da diverse specie, di cui le due principali sono i Naboo e i Gungan, fra i quali non vi è buona amicizia.

Su Naboo sono inoltre nati sia l'Imperatore Palpatine sia la senatrice Padmè Naberrie Amidala.

StoriaModifica

I Gungan erano ritenuti come la specie nativa del pianeta che per millenni avevano lottato per la sopravvivenza. Intorno al 7000 BBY, una civiltà aliena di rettili umanoidi colonizzò Naboo, attaccando i Gungan e costringendoli a ritirarsi nelle profondità di laghi e oceani. Per duemila anni questo popolo alieno prosperò sul pianeta, costruendo insediamenti e grandi monumenti: la loro fine resta avvolta nel mistero, ma è certo che i Gungan non appena capirono la debolezza in cui versavano i loro avversari, si siano precipitati ad attaccarli e a scacciarli per sempre dal loro mondo.

Colonizzazione umanaModifica

Nel 3.951 BBY, prima della fine della Guerra Civile Sith, Elsinore den Tasia salì al trono di Grizmallt uno dei mondi del Nucleo; la regina finanziò le missioni spaziali dell'esploratore repubblicano Kwilaan che alla fine scoprì un lussureggiante pianeta, che chiamò Naboo in onore della divinità Nabu. Ci sarebbero voluti cinque decenni per veder sorgere sulla sua superficie i primi insediamenti permenanti umani; infatti nel 3.900 BBY, una rivoluzione scoppiò su Grizmallt e i profughi per sfuggire alle violenze scapparono sul selvaggio pianeta e vi fondarono diverse colonie. I contatti con i Gungan furono minimi, anche perché essi erano impegnati in una dura guerra civile disputata tra le varie città-stato rivali.Nei secoli successivi la situazione non cambiò molto, dato che i due popoli s'ignorarono vicindevolmente e gli unici rapporti esistenti erano esclusivamente di natura commerciale.

Nel 2.000 BBY la luna di Naboo, Rori, venne colonizzata sotto il regno di Narmlé l'Esploratore che fondò sulla sua superficie la città di Rori. La pace su naboo venen meno nel 1000 BBY, quando una crisi politica permise lo scoppio di un conflitto su grande scala che coinvolse tutte le nazioni umane del pianeta; gli scontri si sarebbero conclusi solo nell' 830 BBY grazie a Re Jafan che unificò tutti i principati sotto la sua guida, proclamandosi sovrano di tutti i naboo. Per evitare nuovi conflitti e gelosie, egli stabilì la sua capitale nella sconsciuta comunità agricola di Theed, nei pressi del fiume Solleu. La dinastia di Jafan governò il pianeta per i succesivi 700 anni, garantendo un lungo periodo di pace e prosperità noto come la "Grande Pace". Nel 150 BBY i naboo e i Gungan si affrontarono in una guerra aperta che sarebbe durata per quasi vent'anni e in cui morì il sovrano di Naboo, provocando l'estinzione della dinastia Jafan: da qule momento la posizione del monarca divenne una carica elettiva. Lo scontro tra i due popoli fu essenzialmente inutile, in quanto alla fine entrambi ritonarono alle loro posizioni iniziali.

Invasione di NabooModifica

Nel 32 BBY il Senato Galattico della Repubblica stabilì la tassazione di alcune rotte commerciali, facendo perdere la franchigia alla Federazione del Commercio: vedendo i propri interessi lesi dalle decisioni dell'assemblea, i leader dell'organizzazione mercantile, decisero di imporre un blocco militare su Naboo con l'intento di intimidire il Senato e costringerlo ad abrogare il provvedimento fiscale: i dirigenti della federazione erano segretamente consigliati, e manipolati, dal Signore dei Sith Darth Sidious. Il Cancelliere Valorum, per porre vine alla crisi, inviò due Jedi come ambasciatori per avviare le trattative e giungere ad un accordo: la loro mediazione fu inutile e la Federazione avviò l'invasione del pianeta che fu rapidissima a causa del rifiuto della Regina Padme Amidala di usare la violenza. I cavalieri Jedi riuscirono però a salvare la sovrana del pianeta e a portarla su Coruscant dove avrebbe esposto i soprusi della Federazione dinanzi al congresso.

Resasi conto della corruzione del Senato, la Regina, persuasa dal senatore Palpatine, dovette chiedere un voto di sfiducia contro il Cancelliere Valorum sperando nell'elezione di uomo più forte capace di tenere a bada burocrati e corrotti. A questo punto la sovrana tornò sul pianeta dove si pose alla guida della resistenza di naboo: ella sapeva bene che le sue forze erano insufficienti per affrontare l'esercito federale; per questo chiese aiuto ai gungan, i quali furono ben lieti di scacciare gli invasori dal loro pianeta.Grazie alla battaglia di Theed e alle abilità di pilota di Anakin Skywalker il blocco della Federazione venne rotto e l'organizzazione costretta alla resa,Per il suo sforzo eroico il popolo di Naboo era intenzionato a modificare la costituzione per permettere a Padmé Amidala, di regnare fino alla sua morte: tuttavia la sovrana declinò questo grande onore e rimise tutti i suoi poteri al termine del suo mandato.

La nuova regina conferì a Padme il titolo di senatrice per rappresentare il pianeta nell'assemblea di Coruscant al posto del senatore Palpatine, diventato nel frattempo nuovo Cancelliere della Repubblica.

Le Guerre dei CloniModifica

Amidala fu tra i primi ad opporsi al disegno di legge di Palpatine che avrebbe permesso alla Repubblica di dotarsi di un grande esercito comune a discapito delle forze planetarie locali. L'acuirsi della crisi separatista e la sua assenza forzata dal Senato, permisero al provvedimento di passare, scatenando di fatto le Guerre dei Cloni

Naboo fu coinvolto nel conflitto in quanto Asajj Ventress, un accolito oscuro al servizio diel Conte Dooku ebbe l'ordine di liberare una pericolosa arma biologica sul pianeta in modo da sterminarne gran parte della popolazione. Fortunatamente il piano fallì e permise a molti cittadini favorevoli al CSI di ravvedersi e continuarea a sostenere la Repubblica. Sul finire della guerra si registrò anche un attentato fallito ai danni della senatrice Amidala presso un mercato della capitale.

Età imperialeModifica

Le Guerre dei Cloni si conclusero con la nascita dell'Impero Galattico: il capitano Panaka divenne Moff del Settore Chommell e ufficialmente il pianeta sosteneva il nuovo regime; in realtà la nuova sovrana, la Regina Apailana, nutriva seri dubbi sulla nuova istituzione, fino ad arrivare a nascondere un gruppo di Jedi scampati all'ordine 66 nel palazzo di Theed. Ovviamente l'impero non tollerò un simile tradimento e nel 18 BBY attaccò il pianeta con la legione 501, altresì nota come il "Pugno di Fener" (Vader's Fist letteralmente in inglese): la regina Apailana e i Jedi nascosti vennero uccisi e le forze militari di Naboo smantellate. L'impero controllò strettamente la nuova sovrana, la Regina Kylantha sperando di farne un fantoccio, con cui governare il pianeta; Kylantha non andò mai contro le posizione imperiali ma non permise nemmeno restrizioni al regime democratico presente su Naboo.

Nella rete di Wikia

Wiki a caso