FANDOM


Kumumgah

I Kumumgah

I Kumumgah erano una razza tecnologicamente avanzata che abitava Tatooine fino al 25.793 BBY: erano la specie antenata dei Jawa e dei Ghorfas. Al quel tempo Tatooine era verde e pieno di vita, coperto da vasti oceani. Grandi città vennero costruite dai Kumumgah,che aspiravano alla conquista nello spazio.

L'Impero Infinito dei Rakata, attratto dalla potenza della Forza di Tatooine, attaccò il pianeta, schiavizzando i Kumumgah, massacrandone un grande numero e rapendone molti per usarli come "batterie" per la loro tecnologia basata sulla Forza. Inoltre i Rakata sottrassero ai Kumumgah la loro tecnologia e costruirono un tempio in una grotta per segnare la Mappa stellare che indicava le coordinate della Star Forge. Successivamente, i Rakata vennero indeboliti da una piaga e dalle guerre civili che stavano devastando il loro impero, e i Kunumgah si ribellarono. Così i Rakata si vendicarono bombardando Tatooine facendo diventare la superficie vetro fuso, il quale si trasformò ben presto in sabbia.

I Kunumgah riuscirono a scappare tramite tunnel sotterranei. Col passare dei millenni i Kumumgah si divisero in 2 specie, i Jawa e i semi-sedentari Ghorfa.

Quando Tatooine venne scoperto di nuovo dalla Repubblica Galattica nel 5000 BBY e venne colonizzato, i Coloni trovarono i Ghorfas all'inizio non ostili che erano ancora semi sedentari in una grotta. Ma dopo che i Coloni, in un gesto di avidità, prosciugarono i pozzi d'acqua che i nativi usavano per sopravvivere, da quel momento iniziò il loro odio profondo per tutti gli stranieri. Successivamente i Ghorfa si devolvero negli attuali Sabbipodi, i quali erano forzati ad indossare vesti spesse per sopportare il clima desertico, che inoltre rappresentava il loro legame con la terra.

Comparse

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.