FANDOM


Icona-consultabile Questo è un articolo consultabile della Javapedia.

Eras-legends30px-Era-rib

Gorog

[[Image:Gorog|250px]]

Pianeta d'origine:

Ignoto

Colore della pelle:

Grigio-verde

Colore degli occhi:

Nero

Segni particolari:
  • Due cuori
  • Piastra metallica ricoprente la parte destra della testa
Barone Tarko: "Liberate il Gorog."
Aiutante Neimoidiano: "Ma, signore, le protezioni dell'arena...non sono ancora collaudate!"
Barone Tarko: "Aprite la gabbia del Gorog. Ora!"
―Il Barone Tarko ordina di scatenare il Gorog contro Starkiller.[src]
Il Gorog era una creatura rinchiusa nell'Arena Tarko-se, su Cato Neimoidia. Questa creatura bipede dalle dimensioni titaniche aveva un'andatura curva, due enormi mani, due cuori e quattro zanne sporgenti dalla sua mascella inferiore. Il Gorog venne rilasciato dietro ordine del barone Merillion Tarko, contro il parere di un aiutante preoccupato per il fatto che le protezioni dell'arena non fossero state ben testate, in un ultimo disperato tentativo di fermare il clone di Galen Marek dal salvare il Generale Jedi Rahm Kota dall'arena. Questo atto di incoscienza si sarebbe rivelato fatale per il barone Tarko, in quanto verso la fine della vicenda venne divorato intero dal colosso ormai fuori controllo.

Aspetto

Starkiller contro il Gorog

Le dimensioni immense del Gorog paragonate a Starkiller.

Il Gorog era una creatura di dimensioni colossali, al punto di essere in grado di afferrare un Rancor con una sola mano. Era dotato di una consistente massa muscolare che ne aumentava ulteriormente le dimensioni (per non parlare della già impressionante capacità di distruzione dovuta alla grossa taglia e alla sua indole decisamente aggressiva). La corporatura era in parte umanoide, con braccia, dotate di mani con pollici opponibili, caratterizzate da un aspetto scheletrico dovuto alla crescita della pelle direttamente sulle ossa degli avambracci, e gambe relativamente tozze e muscolose in grado di reggerne il peso senza evidenti segni di fatica. Il corpo risulta "rattoppato" con piastre metalliche nei punti feriti gravemente, per permettere alla bestia di continuare a combattere nonostante ferite al limite del mortale (ad esempio una di queste piastre copre una parte del cervello esposta sul lato sinistro del cranio). Dalla mascella si possono vedere quattro "zanne" laterali a contornare la parte inferiore della testa umanoide. Ai polsi della creatura erano bloccate delle manette elettromagnetiche e delle catene che sarebbero servite a bloccare la bestia in caso di necessità. Tuttavia queste restrizioni non bastarono per fermarlo.

Storia

Starkiller: "Non c'è tempo, generale! Cosa diavolo è quello?"
Kota: "Non ne ho idea, ma è enorme!"
Starkiller: "Perspicace, per un non vedente. Ora come lo uccido?!"
Kota: "Non credo tu possa farcela!"
―Starkiller e Kota discutono sul Gorog.[src]
Il Gorog divora Tarko

Il Gorog divora il Barone Tarko

Poco si sa sulla nascita di questa creatura, ma la sua origine pare essere artificiale. Infatti, dopo la sua creazione, la creatura uccide il proprio creatore, che voleva sfruttarla per prendere il controllo di città e pianeti per arricchirsi. Le prime notizie documentate collocano il Gorog nell'Arena Tarko-se dove il Barone Tarko intendeva impiegarlo come mostro da combattimento.

Nell'anno 1 BBY il clone di Galen Marek (alias Starkiller) si reca nell'arena per salvare il Generale Kota, importante comandante della neonata Alleanza Ribelle, tenuto prigioniero dal Barone su Cato Neimoidia. Quindi, nonostante la preoccupazione dei suoi collaboratori dovuta al fatto che le restrizioni non erano ancora state perfezionate, Tarko libera il Gorog al fine di uccidere i due Jedi. Starkiller blocca più volte le braccia della creatura con le catene, ma la sola forza fisica permetteva alla bestia di liberarsi. Il Jedi, tuttavia, riesce a raggiungere la piastra metallica sul cranio dell'animale e a rimuoverla, attaccandone il cervello. In seguito, il Gorog distrugge i pilastri su cui si reggeva l'arena nel tentativo di colpire Marek, che nel frattempo intendeva raggiungere Kota per catturare il Barone Tarko. Una volta raggiunto, I due Jedi affrontano un breve combattimento contro il Barone, interrotto dall'irruzione del Gorog, che divora Tarko e afferra il generale, per poi cadere nel canyon sottostante, insieme a buona parte dell'arena stessa. Starkiller salta con lui per salvare il Maestro Jedi e portarlo al sicuro sulla navetta Rogue Shadow. Il Gorog continua la sua corsa verso il fondo del canyon e rimane gravemente ferito nell'impatto.

Più tardi Boba Fett, sulle tracce di Starkiller, trova il Gorog morente e lo finisce dopo un breve combattimento colpendolo al secondo cuore con un razzo.

La morte del Gorog

Apparizioni

  • Star Wars: Il Potere della Forza II
  • Star Wars: Il Potere della Forza II (fumetto)
  • Star Wars: Il Potere della Forza II (romanzo)

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale