Fandom

Javapedia

Cintura di asteroidi del sistema Cularin

4 110pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Comments0 Condividi

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Wiki.png Questo articolo è per ora soltanto una bozza.

Questo articolo richiede una revisione. Ampliandolo, aiuterai a migliorare Jawapedia.

Cularin asteroid belt.jpg

La cintura di asteroidi del sistema Cularin.

Questa sottile cintura di asteroidi nel sistema Cularin è ciò che resta di Oblis, il mondo natale degli Oblee, fitto di giungla. Si trova tra le orbite di Almas e di Genarius. Uno tra i più strani tra gli asteroidi della cintura è noto come "Trappola di Cristallo".

La cintura era il covo di alcuni contrabbandieri che lavoravano per Nirama. La stessa organizzazione criminale di Nirama aveva la sua base sull'asteroide più grande, oltre 400 Km di diametro. Nella cintura si nascondevano anche i covi di gruppi di pirati ed i luoghi da loro utilizzati per tendere imboscate. Le navi in transito devono uscire dall'iperspazio per proseguire all'interno del sistema, il che lo rendeva un posto ideale per i pirati dove cacciare.

Intorno al 32 BBY, l'agente di Nirama Len Markus ottenne un artefatto Sith chiamato Darkstaff nella cintura di Cularin e tentò di abbandonare il sistema con esso. Un decennio dopo, l'agente di Markus Phylus Mon, il quale era in possesso della Darkstaff, tentò di nascondere la sua nave, l'Animiasma, nella cintura. A quel punto la Darkstaff tentò di modificare la galssia intorno a sé a sua immagine; tuttavia riuscì soltanto a trasformare la nave, e non la cintura, in un nexus del lato oscuro.

L'esploratore Jag Murrock‎ scoprì dei cristalli Adegan in alcune parti della cintura di asteroidi di Cularin intorno al 22 BBY.

Apparizioni

Fonti

Altre lingue

Inoltre su Fandom

Wiki a caso