Fandom

Javapedia

Battaglia di Hoth

4 104pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Comments0 Share

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Icona-consultabile.png Questo è un articolo consultabile della Javapedia.

Il soggetto di questo articolo fa parte del brand "Legends".Il soggetto di questo articolo appare nella Era della Ribellione.

Prima
Dopo
Battaglia di Hoth
300px-Battlefront promoart.jpg
Conflitto

Guerra Civile Galattica

Data

3 ABY (38:6:7)

Luogo

Base Echo, Hoth

Esiti
  • Vittoria tattica dell'Impero Galattico e conquista del pianeta Hoth, fallimento strategico.
  • Base Echo distrutta
  • I Ribelli subiscono pesanti perdite.
Combattenti

Impero Galattico

Alleanza Ribelle

Comandanti
Vittime

Alcuni dei sopra citati

Molti dei sopra citati

"Nessuno si lagnò mai del freddo su Hoth. Non lo sentimmo mai. Anche se eravamo accecati dalle bufere di neve, potevamo vedere la fine della Ribellione nei mirini dei nostri blaster. Era solo un miraggio? Forse, ma in quel giorno, su quel pianeta, il nostro sangue scorreva caldo con i sogni di vittoria, sciogliendo il ghiaccio che stava sul nostro cammino."
Assaltatore sconosciuto della 501esima[src]

La Battaglia di Hoth fu un conflitto importante nella Guerra Civile Galattica avvenuta in data 3 ABY. Durante la battaglia la Base Echo su Hoth fu distrutta. Avrebbe dimostrato una vittoria maggiore per l'Impero Galattico, ed avrebbe indebolito i Ribelli. La Battaglia di Hoth è un conflitto immaginario vissuto nel film del 1980 L'Impero colpisce ancora, quinto episodio della serie. L'Impero Galattico, in particolare il Pugno di Fener, ha trovato la base principale dell'Alleanza Ribelle sul pianeta Hoth. Tutte le porzioni del pianeta che si vedono nel film sono innevate e presentano un clima polare. La fauna locale è principalmente composta da tauntaun, simili a canguri con le corna, e animali carnivori chiamati wampa, simili a yeti.

Eventi

Preludio

Dopo la Battaglia di Yavin, Darth Fener è ossessionato dalla ricerca di Luke Skywalker e della Base Ribelle. Una delle ultime strategie usate consisteva nel disperdere droidi spia su una gran quantità di sistemi. Uno di questi è finito su Hoth. Nonostante la qualità delle informazioni prodotte dal droide, l'ammiraglio Kendal Ozzel decide di ignorarle, scambiando la popolazione per un gruppo di contrabbandieri. Darth Fener non obbedisce all'ordine, certo che i Ribelli si nascondano proprio su quel pianeta.

L'attacco iniziale fu portato da vari ufficiali Imperiali parecchio dubbiosi. Avrebbero preferito un attacco di sorpresa con missili a lunga gittata per distruggere le difese e, solo in un secondo tempo, l'invasione del pianeta per la cattura dei sopravvissuti. Questa idea sembra ottenere l'approvazione di Lord Fener ed essere promosso a piano principale. In ogni caso, l'Ammiraglio Ozzel esce dall'iperspazio troppo vicino al sistema stellare ed i Ribelli rilevano la presenza della flotta. Lo Scudo Stellare che protegge la Base Echo viene attivato, riparando la stazione da qualsiasi bombardamento. Darth Fener giustizia Ozzel per la sua incompetenza e promuove Firmus Piett, allora Capitano dell'Executor, al ruolo di Ammiraglio. Fener cambia i piani di battaglia ordinando al Generale Veers di iniziare l'attacco alla superficie con una squadra scelta, la Legione 501. L'Alleanza Ribelle non ha mai pensato di vincere la battaglia; la sua strategia è da sempre la fuga, e le battaglie vengono combattute solo per guadagnare tempo. Non appena la flotta imperiale viene scoperta, il Generale Rieekan ordina di alzare lo Scudo ed iniziare l'evacuazione. Questo piano era stato studiato in anticipo, con rimorchi equipaggiati contro la più probabile arma di invasione dell'Impero, gli AT-AT. La prima parte della ritirata, come spiegato dalla Principessa Leila, prevedeva l'uso di navi da trasporto, scortate da due X-Wing sotto la copertura del cannone a ioni piazzato a terra.

Battaglia di Hoth

Le forze imperiali erano costituite da nove AT-AT e molti AT-ST oltre alle truppe di terra. La forza includeva anche molti AT-AR e AT-PT[1]. Questo esercito era trasportato da 3 Y-85. (Sebbene queste navi non appaiano in L'impero colpisce ancora, sono menzionate in ITW: OT). I ribelli usano alcuni "Snowspeeders" (T-47 Speeders modificati), guidati dal Comandante Luke Skywalker, e dispongono di alcune linee di trincea di artiglieria anticarro e torrette anti-fanteria per combattere una battaglia a terra.

La Battaglia di Hoth.jpg

L'attacco degli snowspeeder contro gli AT-AT imperiali.

Le truppe Ribelli scoprono che le loro armi sono incapaci di perforare i mezzi dell'Impero. Lo squadrone di snowspeeders T-47, dopo aver saputo di questo blocco, usa i cavi montati sul retro per bloccare le gambe di un AT-AT, sgambettandolo e rendendolo inutilizzabile. Luke distrugge un altro camminatore arrampicandosi sulla sua pancia e lanciando una granata all'interno. Nel romanzo "L'impero colpisce ancora", un terzo AT-AT viene perso, ma non distrutto, quando si scontra con il pilota Ribelle Hobbie che effettua un attacco suicida schiantandosi contro il mostro (c'e' una discrepanza tra questo romanzo, i libri post-Hoth ed i fumetti, in cui la nave di Hobbie appare intatta). Nonostante la fuga di tutti gli anziani, la perdita di uomini e materiale ha causato un disastro per l'Alleanza Ribelle regalando all'Impero la prima grande vittoria strategica dopo la distruzione della Morte Nera.

Le truppe scelte di Snowtrooper, parte della Legione 501 di Lord Fener, furono chiamate Blizzard Force Team, assegnate al Generale Maggiore Maximilian Veers e alla marina Imperiale. Questo battaglione ben addestrato per combattimenti su fondo innevato, particolarmente abile per missioni lampo, fu utilizzato per tattiche anti-guerriglia contro i Ribelli.

L'obiettivo principale dell'attacco era la distruzione dei generatori elettrici dei Ribelli. Questo avrebbe spento lo Scudo Stellare che proteggeva la base dal bombardamento. Il Generale Veers guidò l'attacco e schiacciò (in alcuni casi letteralmente) le difese Ribelli distruggendo i generatori. Appena la base divenne vulnerabile le forze imperiali usarono mezzi di trasporto veloce per dispiegare gli snowtroopers nella Base Echo.

Circa trenta Mezzi di Trasporto Medio GR-45 appartenenti all'Alleanza, oltre al Millennium Falcon, riuscirono a decollare, ma diciassette di loro furono distrutti dallo squadrone Imperiale che circondava il mondo. Il Falcon riuscì a fuggire nascondendosi in un campo di asteroidi.

La battaglia ebbe anche perdite da parte dell'Impero: la Tyrant, Distruttore Stellare di classe Imperial II, fu danneggiata dal cannone a ioni. Lo Star Destroyer Avarice, del comandante imperiale X1, venne preso letteralmente d'assalto da un X-wing pilotato dal capo dello squadrone Grigio X2 e distrutto insieme a ciò che restava del suo equipaggio. Persino lo Star Destroyer classe Imperial I Corrupter dell'ammiraglio Garreth Holz venne disabilitato (e ciò sarà di ostacolo quando Holz dovrà rastrellar i sistemi locali in cerca di forze ribelli residue). Numerosi caccia TIE vennero abbattuti. Molti AT-AT furono distrutti (molti di loro con le rispettive truppe) ed altri persi a causa del fondo scivoloso. Nonostante i Ribelli siano stati obbligati a fuggire, non tutte le loro navi sono state distrutte e Lord Fener ha fallito in quello che considerava l'obiettivo primario, la cattura di Luke Skywalker.

Conclusioni

Alla fine della battaglia, Ian Solo riuscì a fuggire da Hoth con il Millennium Falcon, inseguito dall'Executor di Darth Fener. Tuttavia l'iperguida della nave non era ancora stata riparata. E trovarono rifugio nel sistema di Bespin, dove furono trovati da Fener. Tutti i sopravvissuti della battaglia, si riunirono in una stazione spaziale nel Punto di randezvous. Luke Skywalker, partì alla volta del pianeta Dagobah, come suggeritogli su Hoth da Obi-Wan Kenobi, per essere addestrato dal maestro Yoda.

Dietro le quinte

La battaglia completa spiegata qui ha mostrato perdite più devastanti per l'Alleanza di quello che si è visto nel relativo film; in particolare, nella pellicola, nessuna delle navi in fuga è stata abbattuta. Nella descrizione dell'Universo espanso, la Battaglia di Hoth è avvenuta prima della Battaglia di Gall e dopo la Battaglia di Thyferra. Nel videogioco Star Wars: Battlefront II, l'ultimo livello si chiama Our Finest Hour. Il livello permette al giocatore di fare la parte dell'Impero nella Battaglia di Hoth. L'Impero deve distruggere l'ultima nave da trasporto Ribelle per bloccargli la fuga. Il risultato è la distruzione completa dei Ribelli, tranne quelli scappati con il Millennium Falcon, che non sono comunque abbastanza per iniziare una nuova Ribellione. Nonostante questa sembri la conclusione, nella presentazione del livello il narratore dice che la visione della vittoria "potrebbe essere solo un miraggio". Questa frase può essere interpretata nel senso che solo gli Stormtrooper sono stati distrutti, ma i Ribelli si riorganizzeranno nella Galassia. Il sito di film online atomfilms.com contiene un video intitolato Star Wars: Battle for Hoth, che racconta la storia della battaglia con lo stile di un documentario storico, comprensivo di cifre, immagini, interviste con esperti del settore e scritti dei partecipanti di entrambi gli schieramenti. Nonostante l'intenzione comica della cosa, il video è una descrizione dettagliata degli eventi accaduti nel film. Finse, in Norvegia, è stata usata come luogo per le riprese del film.

Note

  1. Secondo il libro Inside the Worlds of The Original Trilogy

Inoltre su Fandom

Wiki a caso